Euro Blog Awards: A Bilbao l’Oscar europeo dei blogger. Il quarto posto a un’italiana e quell’italiana sono io!

A Bilbao l’Oscar europeo dei blogger. Il quarto posto a un’italiana e quell’italiana sono io!

immagine-132

La notizia sul corriere.it l’avete letta tutti oramai (o saputa attraverso i canali dei vari social network Facebook, Twitter, Friendfeed ecc.). Ho ricevuto tantissimi messaggi ed è doveroso da parte mia rispondere a tutti, uno per uno, solo datemi il tempo di farlo.

immagine-123

Un grazie a Napolux che mi ha inviato il primo SMS all’apparizione dell’articolo sul corriere.it, non trovandomi online. E dove non arrivano i social network ci son sempre i telefonini!

immagine-72Vediamo come è andata.

Mi messaggia Luca Conti, l’altro giorno. Mi passa solo un link, questo: euroblogawards dove leggo contest, blog, europa ecc. e mi metto a cercare il blog di Luca, pensando che m’avesse chiesto di votare per lui, che si sa, ha veramente fama internazionale, è sempre in giro per il mondo ecc. E lo avrei votato volentieri.

Scorro la lista e sorpresa, non trovo lui ma trovo me tra i 20 blog selezionati per l’Italia insieme a (qui già in ordine per voti ricevuti tramite Facebook):

Catepol 3.0 [http://www.catepol.net]
Spinoza [http://www.spinoza.it]
milk and mint [http://www.milkandmint.splinder.com]
Mini marketing [http://www.minimarketing.it]
Voglio Scendere [http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it]
Canemucca [http://www.canemucca.com]
Giornalettismo [http://www.giornalettismo.com]
Activissimo [http://attivissimo.blogspot.com]
maestroalberto [http://www.maestroalberto.it]
Beppe Grillo [http://www.beppegrillo.it]
Wittgenstein [http://www.wittgenstein.it]
Robin Good’s MasterNewMedia [http://www.masternewmedia.org/it]
Macchianera [http://www.macchianera.net]
Daveblog [http://www.daveblog.net]
Ciccsoft [http://www.ciccsoft.com]
il cavoletto di bruxelles [http://www.cavolettodibruxelles.it]
Phonkmeister [http://www.phonkmeister.com]
Manteblog [http://www.mantellini.it]
Lo Spremiagrumi [http://www.lospremiagrumi.com]
VogliadiTerra [http://www.vogliaditerra.com]

Come funzionava il contest? In pratica entro il 23 aprile bisognava (come spiegavo qui) andare sul sito e votare mediante un’applicazione Facebook, una sola volta per utente, il blog preferito e anche il videoblog (per l’Italia c’era il mitico La Z di zoro [http://zoro.blog.excite.it] )

Dai voti ricevuti tramite Facebook sarebbero stati presi i blog per ogni nazione che avevano ottenuto il maggior numero di voti tramite Facebook.

Dalla rosa dei 12 blog così selezionati, la giuria internazionale che comprendeva anche Luca Conti come giurato italiano, avrebbe video votato esprimendo tre preferenze con diverso punteggio i vari blog nel corso dell’evento internazionale http://nonickconference.com/ che si è svolto a Bilbao il 24 e 25 aprile 2009.

La somma dei punti dei giurati internazionali ha decretato i vincitori: al primo posto il blog tedesco netzpolitik.org, una piattaforma politica per l’apertura e la libertà nell’era digitale, al secondo posto un blog dalla Gran Bretagna thedailyspud.com, blog di cucina e ricette, al terzo posto il blog de Marc Vidal, manager catalano. Lo Spagnolo La Comuna.tv è invece il vincitore per la categoria dei videoblog (vi rimando all’intervista di Luca Conti).

Come dice il corriere.it:

LA FINALISTA ITALIANA – L’Italia però non è stata a guardare. La nostra blogger finalista era Caterina Policaro, che con il suo catepol.net si è classificata quarta…

Medaglia di legno a Caterina Policaro…

Insomma, quarta. Quarta votata dai giudici internazionali. Questo il dettaglio punti:

1. German: 12 points
2. English: 11 points
3. Spanish: 9 points
4. Italian: 8 points
5. Turkish: 6 points
6. Basque and Polish: 5 points
8. French: 4 points
9. Ukrainian: 3 points
10. Portuguese: 2 points
11. Russian: 1 point

E questi i miei colleghi finalisti agli Euro Blog Award:

1. Basque: http://ikteroak.blogsome.com
Blog by teachers from a children’s school with teaching material

2. English: http://www.thedailyspud.com
A blog about food and drinks

3. French: http://fr.techcrunch.com
Its name says it all: Web 2.0 and Startups

4. German: http://netzpolitik.org
Political platform for freedom and openness in the digital age

5. Italian: CatepolA multitasking girl in a multitasking world: web 2.0, e-learning, twitter, technology…

6. Polish: http://antyweb.pl
Basically Polish Techcrunch

7. Portuguese: http://educar.wordpress.com
Open texts and memories on the pretext of Education

8. Russian: http://exler.livejournal.com
For Russian geeks

9. Spanish: http://www.marcvidal.cat/espanol
For people interested in the crisis and the economic context

10. Turkish: http://vintagebiscuit.blogspot.com
A blog for lovers of vintage clothing and fashion

11. Ukrainian: http://blogs.pravda.com.ua/authors/medvedev
Blog by famous political strategist Oleg Medvedev in the Ukrainian Pravda

Ma veniamo a noi! Perchè io so quello che volete sapere. Volete la mia risposta a quello che di me si dice in giro a proposito di questa vittoria internazionale.

Bè dico subito che c’ha ragione Felter!

Il mio blog non è il migliore blog italiano. Il mio blog è solo un blog fra molti, un blog interessante per certi versi, meno per altri. Un blog abbastanza noto in blogosfera, abbastanza letto, abbastanza visitato. Un blog con dietro una blogger appassioanta di quello che scrive e che fa, una blogger prezzemolina, una blogger che usa i social network per tessere relazioni, per conversare, per condividere, per divertirsi, per mantenere i contatti ecc.

Insomma il mio blog non è un blog da Premio Oscar, nè da Pulitzer. E’ solo il mio blog. E mi piace condividerlo con chi mi legge. Un blog che ad alcuni piace e che altri odiano.

immagine-102(grazie a Insegnanti di sostegno per l’immagine graditissima)

E gli Euro Blog Awards di Bilbao solo una grande bella occasione che mi è stata data, una volta inserita nell’elenco dei 20 blogger italiani meritevoli (secondo Luca Conti) di entrare nella rosa dei blog da presentare allEuropa, di mettermi in gioco, come blogger, come persona, come persona e blogger che abita la rete e i social network e che cura le relazioni sociali anche online.

E son proprio quelle relazioni che ho sfruttato per “farmi votare”!!

O meglio, ci ho provato, mi son messa in gioco. La vera sfida non era farsi votare da Facebook, ma farsi leggere e apprezzare dalla giuria internazionale. Ed è quello che è successo, è la cosa che più mi inorgoglisce e mi fa contenta.

Io per farmi pubblicità, ho semplicemente usato gli status dei miei social network per informare su Twitter (1425 Followings), Facebook (1293 amici), Friendfeed (728 iscritti a me) e qui sul blog (circa 800 iscritti via feed), con un post che ero in gioco e volevo giocare, ero in ballo e volevo ballare, ero sulla bicicletta europea e volevo pedalare. E che per farlo avevo bisogno della collaborazione dei tutti.

Insomma qualcuno mi legge o mi segue. Ci ho provato! Visto che si vota via Facebook ho suggerito di votarmi. Mica m’aspettavo tutta questa partecipazione!

Non ho inviato mail o messaggi privati a nessuno, ho solo aggiornato, nei 3 giorni in cui si votava, il mio status chiedendo di votarmi. Direttamente e personalmente ho solo contattato il parentado (che oltre ad essere numeroso è quasi tutto su facebook).

immagine-112

Ho solo usato i social network, come dice Felter, a differenza degli altri blogger anche più conosciuti di me, ho semplicemente informato i miei contatti del gioco, passando agli occhi di qualcuno per vanitosa o egocentrica o per spammer. Siccome non è la prima volta che mi si etichetta così, io lascio correre, ci scherzo su (dopo tutto mica mando davvero messaggi commerciali non richiesti, questo è SPAM, vedi vicenda libro di Brunetta ai blogger).

Ringrazio Gigi per questo commento che spiega:

Moltissimi fanno 1+1 e affermano Catepol=SPAM. Secondo me Caterina è una delle persone che conosce meglio di tutti il sistema di “relazioni” che è un fondamento, un vero asse portante del web evoluto (o web 2 se volete ancora chiamarlo così). La teoria del mondo piccolo e dei 6 gradi di separazione sono la base teorica dalla quale riesce a raggiungere contatti inimmaginabili. Questo è talento puro! E quindi vale anche come “qualità”.

Fa notare Ikaro nel suo post che l’anno scorso l’Italia è stata praticamente assente dalla manifestazione di Bilbao. E si fa cenno alle polemiche scaturite dall’articolo di Luca sul Corriere intitolato Consigli per aspiranti blogger «Ecco come farvi notare in rete»

Bè, non conosco nessun giornalista, non mi sono fatta notare in rete così. Lo dico per chiarire anche questo. Il blog, una volta che grazie ai voti da Facebook è stato portato sotto gli occhi della giuria internazionale, poi ha parlato da solo. E qualcosa deve aver pur detto, visto che ho preso 8 punti dalla giuria.

Tutto qui. E’ comunque merito vostro, prima che merito mio. Grazie davvero di cuore a voi che avete votato (tantissimi!!) via Facebook, per stima, simpatia, fiducia nei miei confronti. Provo a rispondere piano piano a tutti quelli che mi hanno mandato un messaggio privato. Voglio ringraziarvi di persona, grazie davvero.

Devo menzionare Rectoverso a questo punto: posta e poi ritira il post per non darmi soddisfazione di essere nominata da colui che odia le blogstar? Della serie s’è pentito colui che fino ad ora ha adottato la strategia dell’ignorarmi. Un post dedicato vuol dire dare a Catepol troppa importanza. Evvabbè. Contento lui. Io però l’ho visto il post, e l’ho screenshottato:

immagine-82

immagine-91

Un altro ha cancellato il post “Gli ultimi saranno i quarti” e non ho capito perchè. Io non mi sono mica offesa. Libera di pensarla come vuoi.

Da Bilbao è tutto!!

NOTA BENE: per la cronaca, a Bilbao non ero fisicamente presente. Tutto si è svolto in rete eh…

20 thoughts on “Euro Blog Awards: A Bilbao l’Oscar europeo dei blogger. Il quarto posto a un’italiana e quell’italiana sono io!

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: