Blogosfera, leggo e condivido, parolando, social, Social Network, Web 2.0 e tecnologie

Lifestreams

(via)

E se un tempo le nostre mamme e i nostri padri il loro lifestream lo raccontavano e lo raccoglievano telefondando ad un network di parenti e amiche/i ed eventualmente contatti di lavoro, oggi noi ci teniamo in contatto coi i nostri network in maniera molto diversa. Ed abbiamo social network di tutti i tipi, che legano rapporti personali e professionali con passioni e interessi in un flusso che utilizza tutto ciò che è utilizzabile, in termini di tecnologie disponibili, per tenere i contatti indipendentemente dalle distanze e dai fusi orari e condividere le proprie cose. Se prima si mandavano da una casa all’altra le torte fatte amorevolmente, ora ci si invia con un click una immagine, un video, una mail, un sms, un messaggio su Twitter, un post sul blog.

Cos’è un Lifestream? Semplicemente la cronologia aggregata delle nostre attività e dei nostri contenuti, quindi delle comunicazioni che instauriamo e teniamo. Su web il nostro lifestream ha diverse fonti. Le foto da Flickr, il Blog, i messaggi su Twitter, i link su De.lici.ous, le slide su Slideshare, il CV su LinkedIn o Neurona, il Tumblr, i vari Messenger, la mail, la musica su Last.fm ecc, i video su Youtube o dove vogliamo…ecc.

La fonte di tutto il lifestream siamo noi. Al di là di tutte le tecnologie e di tutti gli strumenti che possiamo utilizzare, è il singolo individuo che produce il suo flusso di dati e di comunicazioni da aggregare, che siano multimediali o solo testuali.

Il paradosso è che, sebbene la fonte di tutto il lifestream siamo sempre noi stessi, i percorsi dei flussi multipli di dati che sono le nostre varie attività a diversi livelli (dal personale al sociale passando per il professionale), spesso non seguono un percorso lineare che va da A e B direttamente. Spesso i percorsi passano da C, D o magari anche Z prima di arrivare da A a B. Quindi i nostri lifestream intersecano dei punti di congiunzione (junctions) e dei contatti che sul sentiero lineare non avremmo altrimenti trovato.

Chiamiamola serendipity o chiamiamola multi esposizione su diversi canali che ci permettono di entrare in contatto con altre persone in molti modi, che ci permettono di accogliere nel nostro lifestream cose, fatti, servizi, strumenti, persone che non avremmo mai pensato.

Forse il passaggio successivo del web 2.0 che già fa tanto per aggregare le persone, sarà quello di aggregare i vari Lifestream personali in maniera più organica man mano che le reti sociali si espandono.

Anche perchè, nonostante il numero delle informazioni che ci passano sotto gli occhi possano diventare ingestibili dal momento che continuano ad aumentare (information overload), poter gestire bene i vari flussi e i vari lifestream e soprattutto poterli organizzare e condividere è un processo da cui si impara sempre qualcosa…

Che ne pensate?

6 thoughts on “Lifestreams

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. <br>Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi