Friendfeed e notifiche mail: come vivere sereni senza l’invasione delle cavallette

immagine-26

Dopo avervi consigliato come utilizzare al meglio Friendfeed e come velocizzare le interazioni usando le notifiche mail e i DM, propongo la mia personalissima lista di cose da evitare per non essere invasi da notifiche mail dalle conversazioni Friendfeed a cui partecipiamo. Basta un piccolo errore di scelta thread per ritrovarsi invasi dalle cavallette. Sapevatelo!

1. Gli auguri al compleanno del giorno solo a tarda sera se vuoi evitare il tracollo della casella mail

2. Se ti chiedono c’avevi mica il commodore 64 o se guardavi Pollon o una qualunque mania anni 80, non rispondere…ne avrai per giorni

3. Mai inserirsi in un thread sul nuovo iphone o sull’ultimo ammenicolo tecnologico must have dove già si discute alacremente di chi ce l’abbia più lungo (l’iphone, cosa hai capito?)

4. Il best of the day in sola lettura, specialmente se vedi post con più di 60 commenti, di cui palesemente molti appicca-flame o botta e risposta tra due massimo tre utenti

5. Scegli uno e un solo thread dove augurare buongiorno e prendere il caffè

6. Quando due o più si litigano (o “sono stati litigati”) aspetta sera per mettere il dito (tanto non sono moglie e marito). Sappi però che potrebbero continuare per giorni. Fallo con consapevolezza.

7. Evita come la peste gli stranieri anche se hanno postato la cosa più cool del mondo. Anche il solo scrivere cool nel thread segnerà la tua condanna ;-)

8. Se per caso un vecchio thread risale su per qualunque motivo non mettere altra carne al fuoco con una battuta, perchè ricomincerà incessante.

9. Don’t feed the trolls (sempre validissimo).

10. L’hide è sempre tuo amico. Il block l’amante di emergenza (serve sempre, come l’idraulico). Molto più pesante è l’IGNORE, quello per deliberata scelta personale, non urlato nè spifferato ai 4 venti. Non dire mai “Io ignoro TIZIO perchè mi sta sulle balle”. Fallo e basta. Non dargli neanche la soddisfazione di saperlo. C’è gente che c’ha la clac dietro. E tu vuoi tutta la clac lecchina nella tua casella mail? No, vero?

11. Quando uno o più blogger nominano “marketing” , “buzz”, “pubblicità”, prodotti di qualunque azienda, conosciuta o sconosciuta, scappa a gambe levate, corri più veloce che puoi, non guardarti indietro. Tanto ci sarà qualcuno che ti farà il riassunto delle puntate perse, in un altro thread, tuo malgrado.

Last but not least: Se @catepol è in vena (te ne accorgi dalla quantità di commenti), evita come la peste i thread dove ha commentato, prezzemolato, fatto battute, ironizzato, preso in giro, criticato, cazzeggiato. Io t’ho avvisato!

Ah, e comunque sappiate che “Friendfeed è il male!

Friendfeed: consigli utili per utilizzarlo al meglio

I blogger, prima pazzi per Twitter, ci hanno messo veramente poco a diventare ora anche FriendFeed addicts.

Ovviamente mi trovate qui: http://friendfeed.com/catepol con la solita combriccola scalmanata di chattoni della blogosfera da contorno in mirabolanti discussioni…

Ora la gestione di due servizi potrebbe essere problematica, perchè non si sa più chi seguire e sopratuttto dove. Friendfeed sta diventando il luogo delle conversazioni e del cazzeggio, oltre che della condivisione del lifestream.

Suzukimaruti ha invitato tutti, qualche tempo fa, a provare FriendFeed spiegando che è un ottimo strumento per fare tante cose quali

1. aggregare i nostri contenuti di tutti i tipi in un unico luogo, in un unico flusso

2. conversare commentando contenuti propri o altrui, mantenendo le conversazioni correlate al thread

3. migliorare e/o filtrare le conversazioni utilizzando oltre che i commenti, il tastino like (oppure l’hide/nascondi per nascondere quelle che non ci interessano)

4. allargare la cerchia di amici che gravitano intorno ai nostri contenuti diffusi in rete (anche perchè il meccanismo degli “amici degli amici” ti permette di leggere e commentare anche chi non stai seguendo e quindi scoprire altre persone interessanti.

Akille ci spiega che molto del cazzeggio che prima avveniva nei commenti del blog ora avviene tutto su FriendFeed . Cosa che ha detto da subito anche Gigi Cogo.

In sostanza FriendFeed non fa altro che AGGREGARE quello che gli diciamo di aggregare: il blog, twitter, flickr, l’account facebook, youtube, lastfm, tumblr, lo status gtalk, qualunque feed e chi più ne ha più ne metta ecc. ecc. in una paginetta che si aggiorna con i nostri aggiornamenti ovunque li aggiorniamo (scusate il gioco di parole). Su FriendFeed possiamo anche, direttamente, postare foto, link, minipost.

Per ogni amico che decidiamo di seguire avremo la rispettiva paginetta dell’amico che si auto-aggiorna, a sua volta, con tutti i post, i commenti, le foto e i video preferiti, ecc. ecc. sia di questi amici che degli amici degli amici. Insomma, per capirci un gran feedreader molto più potente che ingloba tutto. Il tutto, entry per entry, commentabile da chiunque.

Vi spiegavo qualche post fa come utilizzare le nuove funzionalità di “repost su Twitter” che Friendfeed ha messo a disposizione, come regolare i propri flussi comunicativi da una parte all’altra (considerando anche Facebook) senza rischiare di andare in loop e di ammorbare ovunque i nostri contatti, e vi spiegavo inoltre come sincronizzare i contatti tra Twitter e Friendfeed.

Ora vi scrivo qualche altro consiglio utile (via) per utilizzare al meglio Friendfeed, sempre considerato integrato all’imprescindibile Twitter (che rimane lo strumento di microblog per eccellenza IMHO).

FriendFeed ha appena lanciato la nuova funzione che ti permette di  “find your Twitter friends” [FriendFeed link]: scoprire tra i contatti Twitter chi ha anche l’account Friendfeed in modo da fare un rapidissimo e cumulativo subscribe ai loro feeds. La trovate sotto Friends.

E’ possibile fare il reply anche su Twitter dei commenti postati ad una entry Twitter di Friendfeed, semplicemente selezionando l’opzione, come mostrato nell’immagine:

Conviene non utilizzarla sempre. Se la conversazione è cominciata su Twitter, però conviene che, commentando da Friendfeed, dove resta in forma di thread, arrivi anche il reply su Twitter, se il commento è inferiore ai 140 caratteri e soprattutto se può servire anche per chi ci segue solo su Twitter (ancora tanti) di che si parla.

Conviene anche, ripeto, valutare bene cosa deve essere postato ANCHE su Twitter, da Friendfeed e cosa no. Anche perchè Twitter non è Friendfeed e su Twitter la mitica funzione di hide non c’è. E siccome su Twitter ci deve essere SEMPRE la persona che conversa e non deve essere un account spara feed, io consiglio di limitare allo stretto indispensabile il re-post su twitter. Io reposto solo gli shared da google reader e delicious alla fine. Perchè ritengo che i post che mi segno possano interessare anche i miei lettori.

Pronta a cambiare il tiro anche di questo se a qualcuno dà fastidio.

Consiglio Friend Deck che un po’ fa quello che  Tweetdeck fa per Twitter: in pratica una web-based application che mostra visualizazioni multiple per Friendfeed, contemporaneamente.

Puoi usare http://www.ffholic.com/ per un’esperienza diversa di Friendfeed e da telefonino consiglio fftogo.

Ancora, se usi Greasmonkey ti fornisco un paio di script utili:

FriendFeed Translator

FriendFeed Language Filter

FriendFeed highlight your own comments – Userscripts.org

Filter FriendFeed by Service

Add Favicon to FriendFeed Room links – Userscripts.org

“Bottom comment link” script for Greasemonkey adds “Comment” link AFTER comments if the thread is long

Endless Scrolling of FF pages…great greasemonkey script automatically loading the next pages once you’ve scrolled down

Friendfeed Refresh Homepage Button – Userscripts.org

Friendfeed Keyboard Shortcuts – Userscripts.org

Friendfeed Buddy List

Better FriendFeed “recommended” – Userscripts.org

Better FriendFeed “subscribed to me” – Userscripts.org

WhosTalkin: cercare tra le conversazioni online

(via ma soprattutto via FF)

WhosTalkin.com è uno strumento di ricerca attraverso i social media che permette a chi lo utilizza di cercare conversazioni su un determinato argomento di interesse, che sia lo sport preferito o il cibo preferito, un celebrità o il nostro stesso nome o brand. WhosTalkin.com ti aiuta a trovare tutte le conversazioni che riguardano quell’argomento.

L’algoritmo di ricerca di WhosTalkin.com prende i dati da più di 60  tra i più popolari social media su internet.

L’utilità di WhosTalkin.com è di poter controllare subito ed in un colpo d’occhio le conversazioni riguardo specifici argomenti nel mondo dei social media e non su un unico canale, ma su molti contemporaneamente.

Un video che vi mostra come funziona più di tante parole che si potrebbero utilizzare:


WhosTalkin.com Video Demo 2 – Product & Brand Research from Joe Hall on Vimeo.

Per farvi capire in quanti servizi cerca:

BLOG

NEWS

NETWORKS

VIDEO

IMMAGINI

FORUM

TAG

Insomma buon divertimento con le vostre ricerche!!!

Tweetree: espandi le conversazioni di Twitter e dei vari social media

Tweetree in pratica è un servizio che espande il tuo account Twitter. Vediamo come. (via)

Una volta fatto il login in Tweetree con le tue credenziali di accesso per Twitter ti troverai davanti al tuo Twitter account ma in versione completa di conversazioni e thread che tu e i tuoi followers intrattenete tipo su Friendfeed ma anche, ad esempio i video di YouTube ecc. Tutto in un unico flusso di informazioni che ti scorreranno davanti agli occhi, ma su Twitter.

In pratica, quando tu o uno dei tuoi friend su Twitter linka quanlche altro media o risorsa su FriendFeed, YouTube, Qik, Blip.fm, Seesmic, TwitPic, Lala e xkcd, potrai vedere lo stesso contenuto direttamente in questa timeline che è qulla di Twitter a cui si aggiungono, correlati, i vari media.

E soprattutto le conversazioni in risposta ad un twit aggregate fra di loro in modo da poterle seguire anche ordinatamente.

Insomma un servizio semplice ed utile per mettere ordine alle conversazioni che oramai interlacciamo sui vari social media oltre che nei commenti dei blog.

Al solito è più facile usarlo che spiegarlo. Che ne pensate?