La mia intervista agostana su Radio Capodistria: le bufale su Facebook

Il 18 agosto scorso (alle 8 del mattino, si sente dalla mia voce non freschissima e, me lo dico da sola, da qualche ripetizione di troppo) sono stata intervistata su Radio Capodistria nella trasmissione Calle degli Orti Grandi da Paolo Pichierri. Argomento della chiacchierata il gruppo antibufale su Facebook: LE BUFALE SU FACEBOOK: NON CASCATECI!!! – GRUPPO ANTI BUFALE (che oramai ha superato i 12000 iscritti e di cui trovate la storia su questo blog in diversi post).

bufala

Abbiamo discusso insieme dell’importanza di verificare le informazioni che circolano sui social, di cultura digitale, dell’importanza del regolamento del gruppo per l’ecologia della comunicazione stessa e di altro.
Ringrazio sempre gli altri amici blogger admin che mi aiutano a gestire il gruppo e tutti gli utenti Facebook che ogni giorno spiegano, spiegano, smentitiscono, forniscono fonti e letture utili aiutando a rispondere alle richieste (tantissime):

“E’ una bufala questa?”

Buon ascolto!

No, Facebook non nasconde le cose. Sei tu che non impari mai…

[COME FUNZIONA FACEBOOK]

Per la cronaca la casella messaggi “ALTRO” non è nascosta, non esce fuori ora solo perché anche a Repubblica se ne sono accorti, ma è qui
https://www.facebook.com/messages/other da un bel po’.

other

Tutti su Facebook abbiamo la casella ALTRO.

Il non sapere di averla, non vuol dire che Facebook ci nasconde le cose… vuol dire che, come al solito, TU non hai dedicato quei tre secondi del tuo tempo a imparare come funzionano le cose che usi.

Eppure stai su Facebook praticamente tutto il giorno.

Non hai mai notato che, quando ricevi un messaggio su Facebook, c’è sempre scritto “ALTRO”? Non ti è mai venuta la curiosità di cliccarci su e scoprire questi messaggi che Facebook ti nasconde? No?

Dedica tre secondi a me e a leggere questo post, ora.
Oppure mandalo ai tuoi amici, pregandoli di dedicare tre secondi a imparare una cosa utile.

Qui te lo spiega proprio Facebook: https://www.facebook.com/help/188872764494245.

Sotto ALTRI, ci trovi i messaggi e le e-mail che sono stati filtrati dalla tua posta in arrivo (che sono i MESSAGGI di Facebook, i messaggi privati, ogni tentativo di CHAT che hai con altri utenti, ecco questa è la tua Posta in Arrivo di Facebook).

Ricorda che chiunque su Facebook può inviarti un messaggio e chiunque può inviarti un’e-mail al tuo indirizzo e-mail di Facebook.

Il tuo indirizzo e-mail su Facebook corrisponde al tuo nome utente o ID utente pubblico e consente alle persone di:
– Inviarti e-mail: username@facebook.com
– Accedere al tuo diario: facebook.com/username

Quando ti registri, ti viene assegnato un indirizzo @facebook.com che hai la possibilità di cambiare una volta.

Il tuo nome utente lo imposti da qui https://www.facebook.com/username

Con il tuo indirizzo e-mail @facebook.com, le persone possono inviarti e-mail utilizzando qualsiasi sistema tradizionale (es.: Hotmail, Yahoo! o Gmail) e le e-mail saranno consegnate ai tuoi messaggi di Facebook.
Quando invii messaggi agli indirizzi e-mail esterni, le e-mail vengono formattate in modo da sembrare messaggi di Facebook, compresi nome, immagine del profilo e testo.
Quando invii messaggi a indirizzi e-mail esterni, il tuo indirizzo e-mail comparirà come username@facebook.com.

Torniamo alla casella ALTRO o ALTRI di Facebook.
Cosa ci finisce dentro?

Qui scopri come filtrare cosa ci deve finire dentro: https://www.facebook.com/help/www/116215745206219?rdrhc

Hai dei Filtri di base e dei Filtri più restrittivi.

Impostando i Filtri di base, nella posta in arrivo vedrai soprattutto messaggi di amici e persone che potresti conoscere (ad esempio amici di amici). I messaggi delle altre persone finiscono solitamente nella cartella Altri senza che tu riceva alcuna notifica.

Sta a te, semplicemente cliccare su ALTRI e scoprire chi ti ha scritto.

Se selezioni Filtri più restrittivi, nella posta in arrivo vedrai soprattutto messaggi di amici. Alcuni messaggi di persone di cui vorresti avere notizie possono finire nella cartella Altri.

Di solito ci finiscono i messaggi che i mandano le persone con cui NON sei amico, i membri dei gruppi a cui appartieni che ti scrivono, i messaggi dalle applicazioni tipo Linkedin, ecc.

Sperando di essere stata utile.
Per tutto il resto vi rimando al Gruppo Antibufale di Facebook.

Condividi la qualunque su Facebook

La gente su Facebook posta continuamente cose stupide, per passare il tempo, oppure condivide senza pensare/leggere/fare una ricerca su google per verificare (la risposta di solito si trova subito, tra l’altro).

Non mi meraviglio più di niente.
Stimati professionisti, colleghi, amici tra i miei contatti lo fanno tranquillamente.


(foto presa qui)

Mi son fatta l’idea che, per qualche arcano motivo, il cervello smetta di funzionare mentre il mouse passa su “condividi” e clic, si condivide la qualunque.

E i meme e le bufale si diffondono.

Il gruppo Anti Bufale pullula di segnalazioni che poi son sempre le stesse (infatti io copio e incollo pazientemente sempre le stesse risposte).

Continuo a chiedermi e ad analizzare senza alcuna pretesa di scientificità perché si perda tanto di quel tempo così, su Facebook, invece di piegarlo ad usi migliori. Perché?

Facciamo un esempio banale, così mi capite:
io, catepol, posto sulla mia bacheca un link alla prima cavolata che trovo in giro, oppure alla prima cosa demente che mi viene in mente, svegliandomi la mattina, prima di aver preso un caffè.

Ora Facebook dona grande rilievo alle foto in bacheca, si vedono più grandi. Allora, per farmi meglio notare dai miei contatti, posto una foto (che siano animali maltrattati, bambini picchiati, fotomontaggi con scritte allarmistiche poco importa, l’importante è che carpisca l’attenzione in bacheca per 2 secondi, quelli che servono a cliccare “condividi” senza pensare o a scandalizzarsi e cliccare “condividi”, scandalizzandosi pure).

I miei contatti a questo punto possono scegliere cosa fare:

a) leggere
b) ignorare
c) leggere e pensare quanto è cretina catepol e commentare
d) leggere e pensare quanto è cretina catepol e condividere
e) leggere e pensare quanto è cretina catepol e ignorare
f) non leggere e cliccare “condividi”
g) cliccare “condividi” solo perché se lo ha postato catepol, va condiviso
h) vivere sereni lo stesso.

Questo vale per ogni cosa su Facebook.

Certo, nel momento in cui mi accorgo che catepol mi vuole truffare attraverso Facebook, il discorso cambia.
E’ giusto chiedere lumi. Se il dubbio sorge, l’utente ha già fatto un grande passo avanti: ha acceso il cervello, sta valutando. E’ giusto segnalare e far segnalare.

Ma di un elefante nano, di un presunto feto morto, di un cane martoriato dagli alieni, di qualunque notizia sensazionale trovata su una bacheca Facebook di un contatto, di qualunque petizione pro o contro qualcosa, perché la gente ci dedica tutto questo tempo?

Non basta un sano IGNORA?
Dobbiamo proprio interessarci a tutto quello che vediamo sulle bacheche dei nostri contatti?

PS
Le bufale del momento:

1. la pagina” Abortire un gay è un atto di fede” pare sia stata chiusa,

2. la pagina “Un sorriso per tutti i Bambini disabili” pare sia stata chiusa,

3. “Aggiungi alle liste di interesse” delle pagine non funziona come in questi messaggi che girano:

“Ogni attività svolta da una pagina verrà vista solo da 1/4 dei fans, questo perché Zuckerberg ha aggiunto il tasto ‘promuovi’ e in parole povere si deve sganciargli dei soldi per far sì che i post vengano visualizzati da tutti i fans della pagina. Se volete che i post delle vostre pagine preferite appaiano sulla vostra home dovete cliccare sulla rotellina delle impostazioni accanto al ‘mi piace’ e cliccare su ‘aggiungi alle liste di interessi’.”

“SE SIMPATIZZI PER QUESTA PAGINA. ESEGUI QUESTA PROCEDURA. GRAZIE

??? Da quando Facebook impone agli amministratori di pagina di pagare per promuovere le proprie pagine, solo il 10% dei fans riceve gli aggiornamenti nella propria home. Per continuare a VISUALIZZARE I NOSTRI POST dovete aprire la NOSTRA PAGINA, portare il MOUSE vicino al pulsante “Ti piace” c’è una specie di rotellina cliccatela. Selezionare “AGGIUNGI ALLE LISTE DEGLI INTERESSI” Facendo così,continuerete a vedere i nostri post nella vostra home e non cancelleranno la pagina. Grazie!!!!!! Condividete per favore!!!???”

“Facebook ha cambiato il modo di gestire le pagine, ed ora solo il 10% dei fan possono avere gli aggiornamenti sulla propria bacheca.
Per continuare a visualizzare la nostra pagina e le nostre notizie , foto e link sulla vostra bacheca dovete cliccare sulla rotellina in alto a destra affianco al tasto “Mi piace” e “Messaggio”, vi si aprirà un menu a scorrimento, dovrete cliccare su “aggiungi alle liste di interessi…” se non ne avete una vi basterà cliccare su “nuova lista” a quel punto ritornerete tutti a vedere la nostra pagina e gli aggiornamenti sulla vostra Bacheca. Grazie per la vostra attenzione!”

e similari…

Su questi messaggi “AGGIUNGI ALLE LISTE DI INTERESSI” che molte pagine mettono in bacheca dovete sapere che: “aggiungi alle liste di interessi” è funzione che troviamo in ogni pagina su cui clicchiamo mi piace. “Aggiungi alle liste di interessi” è una libera NOSTRA scelta, una volta che abbiamo cliccato MI PIACE su una pagina.

Non lo devono consigliare le pagine. Se lo fanno, è perchè stanno ELEMOSINANDO visibilità.

“Aggiungi alle liste di interessi” serve a farci leggere più facilmente quelle pagine suddividendole per interessi che sono solo NOSTRI. E si, certamente, queste pagine passeranno più spesso sotto i nostri occhi. Passeranno più spesso in bacheca. Questa frase “Facebook ha cambiato il modo di gestire le pagine, ed ora solo il 10% dei fan possono avere gli aggiornamenti sulla propria bacheca.” NON E’ VERA (ergo è BUFALA). Con questi messaggi falsi, in pratica, le PAGINE ELEMOSINANO subdolamente l’interesse della gente e la possibilità di ottenere un briciolino di visibilità in più sulle bacheche.

4. La tassa aerea del vaticano riportata in questo tipo di messaggi “ROBA DA MATTI!!! SU TUTTI I BIGLIETTI AEREI EMESSI IN ITALIA E CHE ARRIVANO DALL’ESTERO CON ALITALIA C’è UNA TASSA DI IMPORTO VARIABILE (DALL’1.81€ A 5.16E O ANCHE PIU) CHE SI CHIAMA VT, VATICANO. QUESTA TASSA FU ISTITUITA NEL 2000 PER FINANZIARE L’ANNO DEL GIUBILEO. NON E’ STATA MAI TOLTA. AD OGGI, TUTTI I BIGLIETTI AEREI EMESSI, PAGANO IL PEDAGGIO AL VATICANO…..QUALCUNO CI LIBERI DAI PARASSITI….PRESTOOOOO!!” è ovviamente una bufala.

Basta cercare su Google e si scopre che VT è ben altro.
“VT: corrispettivo per la sicurezza del passeggero e del bagaglio a mano: il costo che la compagnia sostiene per i controlli di sicurezza effettuati sui passeggeri e sul bagaglio a mano, che ammonta a 1,81 euro”

Ma continuate pure a perdere un sacco di tempo a condividere queste cose. Beati voi che ce l’avete tutto questo tempo.

Annunci e pubblicità che coprono parti di Facebook

Post scritto per il Gruppo Antibufale su Facebook (siete tutti invitati).

Se cominciate a visualizzare annunci e banner pubblicitari in parti di Facebook dove non dovrebbero esserci è perchè, in qualche modo, sul vostro computer è stato installato un programma ADWARE.

Facebook spiega bene qui https://www.facebook.com/help/adware cosa accade e come fare per rimuovere questi programmi.

Le Inserzioni di Facebook non vengono mai visualizzate sotto forma di banner nella colonna centrale, superiore o sinistra della Pagina Facebook.

Se trovate inserzioni pubblicitarie in queste posizioni oppure annunci che lampeggiano o riproducono suoni automaticamente, probabilmente sul vostro computer è stato installato un adware.

I programmi elencati di seguito (https://www.facebook.com/help/?faq=225507867498721) dichiarano di offrire funzionalità speciali su Facebook, ma in realtà coprono le notizie della sezione Notizie e il profilo (diario) con annunci pubblicitari:

Facetheme . com
Pagerage . com
Profilecraze . com
Social-plus . com
Facicons . com
Facecoolsmileys . com
Iminent . com
Buzzdock . com
Connectbar . net
Elriel . com
Dropdowndeals . com
Pagemood . com
Sweetim . com

(se li scrivete su Facebook come link, vi segnala che sono link di SPAM, ecco perché ho separato dal punto)

Questi programmi dichiarano di offrire funzioni speciali su Facebook, come, ad esempio,
– vedere chi ha visualizzato il vostro profilo (diario)
– modificare il tema del profilo (diario),
e altre funzioni che non esistono in Facebook, per nessuno.

Questi programmi chiedono di scaricare del software che in pratica
– ricoprono il profilo (diario) con le inserzioni e gli annunci pubblicitari,
– rallentano il caricamento delle Pagine,
– compromettono la sicurezza del profilo.

Per effettuare la pulizia del profilo da questi annunci pubblicitari https://www.facebook.com/help/?faq=151337961603332

Operazioni di pulizia spiegate anche in un video ufficiale di Facebook Security:

Per rimuovere gli ADWARE bisogna
– controllare i componenti aggiuntivi e le barre degli strumenti del browser che utilizzi
– disattivare tutti i plug-in che dichiarano di offrire funzionalità di navigazione speciali (come i temi del profilo/diario o la possibilità di vedere chi sta visualizzando il tuo profilo/diario)
– cancellare la memoria cache del browser prima di accedere nuovamente a Facebook.

Per disattivare i componenti aggiuntivi del browser:

Mozilla Firefox
Strumenti > Componenti aggiuntivi > Estensioni

Safari
Safari > Preferenze > Estensioni

Google Chrome
Finestra > Estensioni

Internet Explorer 8
Strumenti > Gestione componenti aggiuntivi > Barre degli strumenti ed estensioni

Dove si trovano le Inserzioni di Facebook?

- Le inserzioni vengono visualizzate nello spazio pubblicitario nella colonna a destra delle pagine di Facebook. Le inserzioni possono essere visualizzate su diversi tipi di pagine, comprese quelle delle applicazioni, delle foto, dei gruppi, delle Pagine, dei profili (diari) e la home page.

– A volte, i contenuti delle inserzioni di Facebook vengono associati ad azioni sociali (ad esempio il fatto di cliccare su “Mi piace” su una Pagina) eseguite dai tuoi amici.

– Nelle inserzioni di Facebook, è possibile che i tuoi amici vedano le notizie relative alle azioni sociali che hai eseguito. Tali notizie verranno mostrate solo agli amici confermati e saranno conformi alle impostazioni sulla privacy che hai configurato per il tuo account. Se viene usata una foto, sarà quella del tuo profilo, non una presa dai tuoi album.

– Facebook non vende le tue informazioni agli inserzionisti.

– Facebook adotta sempre delle misure per proteggere la tua interazione con applicazioni di terzi e reti di inserzioni.

Facebook Rosa: come eliminarlo [Bufale e Virus]

Segnalato così tante volte sul Gruppo Anti Bufale di Facebook. Eppure tantissimi utenti sono cascati nella bufala del Facebook Rosa (che è invece un virus/malware che si installa con un plug in del browser).

Se vedete post di questo tipo:

“Il nuovo Facebook rosa (Edizione limitata) http://rosa-tema.****/******.php Sostituire il vecchio tema blu con il nuovo bellissimo tema rosa!”.

NON CLICCATE SUL LINK.

Il link rimanda a una pagina esterna molto simile a quella di Facebook ma che Facebook non è. C’è anche un sistema che conteggia i secondi rimanenti per effettuare il cambiamento di colore.

Sulla pagina in questione c’è scritto:

“Segui le istruzioni per far diventare rosa il tuo profilo! Fai clic su MI PIACE e su Inzia!”.

Cliccare sul “Mi piace” fa aprire una finestra pop-up, in cui c’è scritto:
“Per cambiare il tema di Facebook dal blu al rosa, è necessario installare il plug in tema rosa. Per farlo, fai clic sul pulsante Installa qui sotto.”

Cliccare su “Installa” fa partire l’istallazione del del plug in nel browser (cioè quello che utilizzate per navigare in internet: Firefox, Chrome, Internet Explorer)

L’estensione accede a tutti i dati di navigazione e contiene codice malevolo.

Inoltre invia (a nostra insaputa) un messaggio sulla nostra bacheca Facebook visibile a tutti i nostri amici. E il gioco ricomincia. Altri cliccheranno, altri installeranno il plug in malevolo per la curiosità di vedere Facebook diventare rosa.

Per rimuovere l’estensione FACEBOOK ROSA dal browser

Mozilla Firefox:
(Vecchie versioni) Strumenti – Componenti aggiuntivi – Estensioni – cercate il plug-in e disinstallate
(Nuove versioni) Pulsante (arancione) Firefox – Componenti aggiuntivi – Estensioni – cercate il plug-in e disinstallate

Google Chrome:
Cliccate sulla chiave in alto a destra – cliccate su Strumenti > Estensioni – cercate il plug-in e disinstallate

Internet Explorer:
Strumenti – Gestione componenti aggiuntivi – (nella lista a destra) lo cercate e lo disabilitate
Per toglierlo potrebbe servire anche: Start – Pannello di controllo – Installazione applicazioni – trovate e disinstallate l’applicazione

L’applicazione “facebook-rosa” che dovrebbe sostituire il blu di Facebook con il rosa indirizza in realtà verso una pagina esterna. Cliccando “mi piace” su questa pagina esterna si installa un codice malevolo sul proprio computer

CONSIGLI:
• Diffidare sempre e non cliccare sull’icona dell’applicazione “Facebook Rosa”
• rimuovere dalla propria bacheca il post contenente l’icona “FACEBOOK ROSA”
• aggiornare il proprio antivirus (che rileva il malware)

NON INSERIRE IL NUMERO DI CELLULARE IN QUESTE PAGINE: ATTIVANO ABBONAMENTI NON RICHIESTI, A PAGAMENTO, ovviamente.

Fonte: Polizia di Stato http://www.commissariatodips.it/news/newsstanza.php?straidtip=5&strparent=10&strpercorso=15&strdoc=787

Altri approfondimenti: http://www.protezioneaccount.com/2012/02/facebook-colorato-di-rosa-no-e-un_23.html

Da sapere sulle ESTENSIONI PER BROWSER:

Estensioni, script, addon, plugin del browser per vedere FACEBOOK ROSA lo fanno vedere al massimo SOLO in locale (sul computer di chi li usa, solo sul browser che si sta utilizzando).

Pagina 1 di 712345...Ultima »
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: