Leggere per piacere: le attività dell’Istituto Comprensivo Torraca di Matera per Libriamoci 2019

“Leggere per piacere! E’ lo slogan che accompagnerà per tutto l’anno scolastico il “Progetto lettura” della nostra scuola. Tra storie e storia, tra libri ed esperienze positive, possibilità creative ed espressive, grazie al corpo docente della scuola e alle referenti, abbiamo programmato e attueremo, nell’anno scolastico 2019-2020, una serie di iniziative per l’introduzione, il consolidamento, il potenziamento e lo sviluppo dell’amore per la lettura a 360°.  

Promuovere la diffusione, il piacere e l’abitudine alla lettura attraverso attività di ascolto e racconto, presentazione e partecipazione diretta e, in futuro, anche con incontri con gli autori, è l’obiettivo dei numerosi appuntamenti per tutti gli alunni e le alunne, e non solo perché proveremo a coinvolgere le famiglie e la cittadinanza, che metteremo in campo.”

Lo dichiara la Dirigente Scolastica dell’IC Torraca di Matera, Caterina Policaro.  

Le attività del “Progetto lettura” d’Istituto hanno preso ufficialmente il via proprio nella settimana dedicata a “Libriamoci 2019” dall’11 al 16 novembre. 

A partire dalle bambine e dai bambini di 5 anni della scuola dell’Infanzia “Rodari”, insieme alle classi della primaria, presso la colorata e accogliente sala lettura del plesso Marconi e con i ragazzi e le ragazze della secondaria di primo grado presso la biblioteca della Torraca, si è lavorato alla passione per la lettura nell’ambito del progetto continuità. La lettura è innanzitutto un gioco e si può approcciare in età prescolare sviluppando l’esercizio alla fantasia. I più piccoli hanno volato sulle ali della fantasia con le “Favole al telefono” di Gianni Rodari di cui nel 2020 ricorre il centenario della nascita, attraverso una coinvolgente lettura animata e laboratori. 

Il gioco delle parole tra suoni e colori di lingue diverse è stato il filo conduttore della lettura selezionata per le classi seconda e terza della Marconi a cui è stata presentata la fantastica storia della pietruzza Sossy e del coraggioso viaggio intrapreso per svegliare il popolo dei Sassi e la città addormentata. Il libro  è “Sossy e la città addormentata”, con i testi in italiano, inglese e dialetto materano (scritto e illustrato da Federica Fontana – Edizioni Magister), singolare esempio di connubio tra fantasia, storia, tradizioni e patrimonio culturale da non disperdere.  Un collegamento tra la lingua del passato, del presente e del futuro. La prima, il dialetto materano, oggi può apparire desueta, difficile da parlare e che resta nella memoria ormai dei soli nonni, destinata a scomparire se resta nell’oralità, senza possibilità di essere trascritta. Il libro, con appendice e note dedicate all’alfabeto fonetico dei dialetti lucani è stato curato dalla Prof.ssa patrizia del Puente, Direttrice del Centro Interuniversitario di ricerca in Dialettologia dell’Unibas che ha tenuto sempre presso il plesso Marconi, anche un incontro per i genitori degli allievi partecipanti al progetto.

Noi salveremo il pianeta è invece il tema che mette al centro il ruolo decisivo delle nuove generazioni nel recupero anche di un mondo lavorativo che solo fino a qualche anno fa era riconosciuto da tutti.  Nell’ambito di un progetto continuità tra i tre gradi dell’Istituto Comprensivo, le classi quarte e le quinte della Marconi insieme ai compagni e alle compagne delle classi prime della Torraca hanno riflettuto ampiamente, aiutati dalla lettura del libro “Altri Tempi – Attività e mestieri svaniti” di Paolo Frescura (edizioni Magister), su un modo di vivere rispettoso della natura e delle preziose ricchezze in termini sociali e relazionali oltre che economici che l’uomo negli anni ha depredato a causa del consumismo smisurato. 

I vari reading sono stati condotti da esperti lettori volontari tra nonni, genitori, oltre che dalle insegnanti dell’Istituto, con passione, trasmettendo le storie colorate dalle espressioni e dalla fantasia e rendendole oggetto di discussione. 

Anche in un’ottica di apertura verso gli istituti scolastici cittadini di secondo grado, le classi seconde e terze della Torraca, partecipando con entusiasmo alle attività proposte dal Liceo Classico di Matera oltre ad essere coinvolti in letture a tema, si sono cimentate in una nuova metodologia didattica e argomentativa, il “debate”. 

catepol - Caterina Policaro

My Google Profile+

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere eventuali dati personali che pensi di aver lasciato su questo blog, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. <br>Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi