Iscrizioni online 2013 – Considerazioni e Guida

Post lungo, mettetevi comodi.

Da oggi, lo sapete, è possibile effettuare le iscrizioni a direttamente (e solamente) online.

IscrizioniOnLine 2013-14

Si accede dal sito del da qui http://www.iscrizioni.istruzione.it/ oppure direttamente da qui https://iscrizioni.pubblica.istruzione.it/iscrizionionlinefamiglia/.

Iscrizioni online

Il MIUR ha già messo un avviso, in merito. Siamo soltanto alla prima giornata, la curiosità è tanta (e anche l’ansia da prestazione, aggiungerei io), c’è tempo fino al 28 Febbraio, un mese per capire, leggere, seguire le istruzioni. Ecco l’avviso:

Si ricorda alle famiglie interessate all’iscrizione on line che la rimarrà aperta fino al 28 febbraio 2013 e che è possibile operare 24 ore su 24, tutti i giorni, compresi il sabato e la domenica.
Si sottolinea che la data di presentazione della domanda di iscrizione on line non rappresenta requisito di priorità nell’accoglimento della stessa da parte della scuola.

Non è una gara, non vince chi arriva per primo, le scuole accoglieranno le domande pervenute al 28 febbraio, non si vince l’iscrizione ad un corso piuttosto che ad un altro.

Vediamo di essere d’aiuto alle famiglie che si apprestano ad effettuare, per la prima volta in Italia, l’iscrizione online.

La Legge 7 agosto 2012, n. 135 stabilisce che “A decorrere dall’anno scolastico 2012-2013, le iscrizioni alle istituzioni scolastiche statali di ogni ordine e grado per gli anni scolastici successivi avvengono esclusivamente in modalità on line”.

La domanda d’iscrizione alle prime classi delle scuole statali primarie, secondarie di I e di II grado si deve compilare obbligatoriamente on line. Le domande destinate invece alle scuole paritarie, se queste non hanno aderito al processo delle iscrizioni on line, vanno inoltrate per mezzo dei tradizionali modelli cartacei.

Il MIUR ha realizzato queste pagina web proprio per accompagnare le famiglie nel percorso per l’iscrizione on line: dalla registrazione, alla ricerca della scuola desiderata, dalla compilazione del modulo di iscrizione al suo inoltro.

Qui la pagina delle FAQ (le domande più frequenti): http://www.iscrizioni.istruzione.it/faq.html

La prima domanda riguarda proprio ciò che è motivo di polemica in corso: e le famiglie senza computer? e chi non ha internet?

A questa domanda io avrei risposto (almeno per quanto riguarda il passaggio dalla media alla secondaria superiore): verifichiamo che smartphone ha in mano questo ragazzo/a tredicenne, verifichiamo se ha o meno un profilo Facebook. Immagino tutti abbiate la risposta, anche se non lavorate a stretto contatto con i ragazzi di questa età ogni mattina.
Vi fornirei delle statistiche precise, sto girando per l’Orientamento, incontro dai 40 ai 100 ragazzini/e al giorno, girando per i paesi Lucani della provincia di Potenza. Ho visto Lim ovunque (e, udite, udite, in funzione!), ho visto tanti smartphone, nessuno dei ragazzi si stupisce di essere contattato “anche” via Facebook…anzi, apprezzano. Tutti o quasi sanno cosa è una mail.

Eppure continuo a leggere in giro, riguardo le , riguardo questa innovazione che taglierebbe gran parte della popolazione (quella digital divisa, quella del remoto paesino montano…) da questa procedura, che le famiglie avranno “seri” problemi.

A me, invece, sembra un servizio ottimo, dedicato a una fetta molto ampia di popolazione, democratico, che non crea divisioni, che obbliga le famiglie e la scuola a confrontarsi con la rete, i servizi online per il cittadino, che fa risparmiare carta, tempo ecc.
Si sa, le mie idee sulla innovazione e le tecnologie didattiche e non, sono ben precise. Sono ottimista.

Il MIUR, giustamente, rassicura gli utenti. Ecco cosa deve fare chi non ha internet, chi non ha il computer, chi non lo sa usare: semplicemente contattare la scuola di destinazione o di frequenza e informarla della situazione. La scuola può inserire la domanda per conto della famiglia, alle scuole si chiede la massima collaborazione per l’assistenza delle famiglie in queste operazioni.

Le scuole hanno un orario ben preciso, mentre il servizio Iscrizioni Online, a partire dal 21 gennaio 2013, sarà disponibile 24 ore su 24, compresi il sabato e la domenica.

Il MIUR ci tiene anche già a precisare i numeri e la soddisfazione della prima giornata di apertura del sistema.
Anche se in molti, stamattina, si sono lamentati per l’impossibilità di accesso (prevedibilissima ansia da prestazione e curiosità tutta italiana, dico io). Ecco i numeri:

Ben il 98,8% delle scuole ha personalizzato la propria scheda. Naturalmente le scuole che non lo hanno fatto utilizzeranno il modello standard. Quindi, gran parte degli istituti ha effettuato la procedura di personalizzazione del modulo. La percentuale è altissima e simile alla percentuale degli istituti che hanno, a giugno, effettuato correttamente la procedura del Plico Telematico agli Esami di Stato.

Solo a leggere il dato, io mi chiedo perché, invece, l’opinione pubblica ritiene che le scuole siano “arretrate” in campo tecnologico. Il dato mi dice un’altra cosa.

Il risparmio nella scuola con le iscrizioni on line: a fronte di circa 1.700.000 studenti coinvolti, il risparmio è di circa 5 milioni di fogli di carta e 84.000 ore di lavoro delle segreterie scolastiche che non devono più inserire a mano i dati dai moduli cartacei.

Al massimo supporteranno, affiancando le famiglie, il processo di iscrizione online. Carta non ne dovrebbe girare. Non ha senso, infatti, fornire, in fase di orientamento, fac-simili cartacei del modulo da compilare (che non contiene nulla di eccezionale, normali informazioni richieste alle famiglie all’atto dell’iscrizione).

L’operazione di diffusione di cultura digitale è proprio quella: la procedura, guidata, online.
Le iscrizioni on line fanno parte del processo di dematerializzazione e innovazione del sistema scolastico portato avanti dal Ministro dell’, dell’Università e della Ricerca Francesco il quale su alcune operazioni di digitale della scuola può aver sbagliato (causa mancanza di denaro, diciamolo, le visioni non bastano) mentre su altre operazioni tipo il Plico Telematico e questa, ci ha visto giusto.

Ovviamente si son verificati rallentamenti nel funzionamento del sito: inevitabili durante la mattinata, alle 13.00 ora di punta, 22.500 accessi contemporanei non sono pochi.

Dopo le mie considerazioni, ecco una alle operazioni di iscrizione online (mi leggono colleghi, mi leggono genitori, dopotutto). Mi piace essere utile.

Il MIUR mette a disposizione le Guide per l’Iscrizione ONLINE. Meraviglia: c’è una Quick Guide anche in Inglese. Non me l’aspettavo ma è un atto dovuto alle famiglie straniere i cui figli si iscrivono alla scuola Italiana, oramai dato di fatto la loro presenza. Certo, volendo essere puntigliosi, servirebbe la Quick Guide anche (almeno) in Francese, Spagnolo. L’Arabo e il Cinese è chiedere troppo.

Due le cose da fare: la REGISTRAZIONE e il successivo INVIO DELLA DOMANDA.
La fase di registrazione permette di ricevere il codice personale (NomeUtente) utile per accedere al portale Iscrizioni onLine.

Qui le famiglie trovano la Guida alla fase di Registrazione a Iscrizioni Online.

Cosa devono sapere le famiglie quando si registrano?

Si possono registrare all’iscrizione on line, padre o madre dello studente da iscrivere oppure tutore o affidatario dello studente. Serve una sola registrazione, lo stesso studente non può inoltrare più di una domanda. Per registrarsi SERVE un indirizzo di posta elettronica. Un indirizzo di posta elettronica
NON può essere riutilizzato per effettuare più di una registrazione.

Nella compilazione della registrazione e della domanda bisogna inserire tutti i dati richiesti. I dati evidenziati con ”*” (l’asterisco) sono obbligatori.
Bisogna poi dare il consenso al trattamento dei dati per proseguire con la registrazione. Deve essere
marcata anche la presa visione del documento di informativa del trattamento dei dati.
In caso di dati mancanti o errori sarà visualizzato in alto, in colore rosso, l’elenco
degli errori riscontrati in modo da procedere alla correzione.
Una volta terminato, cliccando SALVA, il sistema visualizza tutti i dati inseriti e chiede una nuova conferma:

Messaggio

Dopo la CONFERMA si riceve la e-mail con i dati dell’utenza che consentono l’accesso alle ISCRIZIONI ONLINE.

Immagine 3

Si può sempre recuperare la password o il nome utente, in caso di smarrimento. Direttamente dal sito.

Una volta registrati, ecco come procedere per l’iscrizione. Qui la Guida messa a disposizione dal MIUR per la presentazione della domanda da parte delle famiglie.

Per l’iscrizione online OCCORRE:
– una mail per la registrazione
– il codice personale (NomeUtente) che si riceve in mail alla registrazione
– il codice meccanografico della scuola a cui indirizzare la domanda, composto di 10 caratteri (si chiede alla scuola oppure si cerca su Scuole in Chiaro http://cercalatuascuola.istruzione.it/cercalatuascuola/

Quali informazioni dovranno inserire i genitori sul modulo di iscrizione online?

– codice meccanografico della scuola;
– il genitore (o tutore o affidatario) che compila il modulo;
– il secondo genitore, in caso di separazione/divorzio e affido congiunto;
– l’alunno interessato dall’iscrizione (dati anagrafici e di residenza codice fiscale);
– le lingue straniere studiate nella scuola di provenienza (per gli alunni frequentanti la scuola
secondaria di I grado che si iscrivono al II grado)
– il tempo scuola prescelto (per le iscrizioni verso scuole del primo ciclo);
– la scelta per l’insegnamento della religione cattolica/attività alternative

Per le iscrizioni verso le scuole secondarie di I e di II grado, l’indirizzo di studio prescelto fra quelli che la scuola ha reso disponibili.
In presenza di più indirizzi di studio nella scuola prescelta, si indica un indirizzo prescelto ed eventualmente anche fino ad altre due scelte d’indirizzo, indicandone l’ordine di priorità.

Per la corretta compilazione viene richiesto anche il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del d.lgs. n. 196/2003 e la presa visione dell’Informativa sulla legge di autocertificazione (Leggi 15/1968, 127/1997, 131/1998; DPR 445/2000). I campi obbligatori sono contrassegnati da un asterisco (*).

La prima volta che l’utente accede, il sistema lo guida nella compilazione di una nuova domanda
d’iscrizione, proponendo in sequenza le varie sezioni che la scuola ha previsto.

Se il codice scuola è valido, il sistema visualizza la denominazione e l’indirizzo.

In tutte le maschere, sono sempre disponibili alcuni link di servizio che rimandano:
– alle regole d’iscrizione. Sono le regole stabilite dalla scuola per determinare la graduatoria di accettazione delle richieste d’iscrizione;
– ai servizi comunali. L’utente può così accedere alle pagine internet del comune ed eventualmente attivare richieste di servizi comunali specifici, come quello della mensa e dei trasporti casa-scuola. (link è attivo solo se la scuola lo ha previsto);
– ai contatti della scuola. Si visualizzano i riferimenti che la scuola ha attivato per rispondere a richieste di chiarimenti sull’iscrizione o per il supporto alla compilazione delle domande on line. I contatti riportano i nominativi e i recapiti del personale della scuola che offre consulenza per l’iscrizione e l’eventuale orario di ricevimento per le famiglie.

Per l’iscrizione al primo ciclo, quindi sia alla scuola primaria (elementari) che secondaria di I grado (medie), si deve selezionare il Tempo scuola desiderato fra quelli che la scuola prevede.

Per l’iscrizione alla scuola di I grado, si deve obbligatoriamente scegliere anche l’indirizzo di studio.

Per la scuola di II grado, l’utente deve scegliere l’indirizzo di studio tra quelli offerti dalla scuola.
Gli indirizzi di studio possono avere un ulteriore dettaglio e differenziarsi in più “curricoli” (cioè i piani di studio specifici all’interno dell’indirizzo, che la scuola può attivare nell’ambito della propria autonomia scolastica).

I genitori devono poi prestare massima attenzione ai dati dell’alunno, soprattutto a quelli anagrafici e al codice fiscale. Dopo aver inserito i dati dell’alunno, il genitore deve rilasciare il consenso al trattamento dei dati.

Poi si procede con l’inserimento dei dati della famiglia, alcuni sono obbligatori:
– Grado di parentela (madre/padre/tutore/affidatario)
– Cittadinanza
– Indicazione se separazione/divorzio ed in questo caso l’eventuale affido congiunto o meno. Se
l’affidamento non è congiunto bisogna perfezionare la domanda di iscrizione presso la scuola entro
l’avvio del nuovo anno scolastico.
– I dati del secondo genitore se precedentemente indicato lo stato di separazione/divorzio.

Si inseriscono poi:
– Scelta per l’Insegnamento della Religione Cattolica
– Dati del Nucleo Familiare specificando i dati anagrafici di ogni singolo membro.

I genitori devono specificare se l’alunno è stato sottoposto alle vaccinazioni obbligatorie.

Vanno poi fornite tutte le informazioni richieste dalla scuola che ha personalizzato il
modulo d’iscrizione secondo le proprie necessità.

È possibile scegliere anche altre scuole (massimo due) oltre la prima scelta, attraverso “Scegli Seconda scuola” e “Scegli Terza scuola”. La scelta delle due scuole, in alternativa alla prima scelta, è facoltativa.

C’è sempre la possibilità di visualizzare e stampare la domanda, in formato pdf.
Nella compilazione, controllare che tutti i campi obbligatori (segnalati con l’asterisco) siano impostati correttamente.

Al termine della compilazione delle varie schermate, bisogna deve inoltrare la domanda. L’invio telematico dell’iscrizione arriva così online (sul SIDI) alla scuola di competenza e in tempo reale diventa visibile anche alla scuola attualmente frequentata dall’alunno . Questo per le ovvie e dovute attività di vigilanza sull’assolvimento dell’obbligo scolastico.

La famiglia ha sempre la possibilità di visualizzare e stampare la ricevuta di presentazione della domanda. La ricevuta viene spedita dal sistema anche sulla casella di posta elettronica con la quale si è effettuata la registrazione.

Se, invece, è la scuola ad aver operato per conto della famiglia, la ricevuta non viene spedita ma è
quindi obbligo della scuola, al completamento delle operazioni di inserimento, visualizzare e stampare la ricevuta da consegnare alla famiglia.

Sulla ricevuta sono riportati questi dati:
– l’ordine e grado d’istruzione
– il nominativo dell’alunno/a
– il codice e la denominazione della scuola a cui è stata inoltrata la domanda (non vengono
evidenziati i dati della seconda e terza scuola scelta, ma si possono controllare aprendo la
domanda)
– la data in cui la domanda è stata presentata
– il numero progressivo della domanda.

Insomma, buona iscrizione online!
Se serve, nei commenti, chiedete pure informazioni o delucidazioni. Per quello che mi compete, vi aiuto volentieri ad affrontare questa “innovazione”!

catepol - Caterina Policaro

My Google Profile+

19 pensieri riguardo “Iscrizioni online 2013 – Considerazioni e Guida

  • Pingback:Pronti, partenza... Iscrizioni Online al Via! ‹ PioneroPionero

  • 22/01/2013 in 09:47
    Permalink

    Ciao Cate, ieri ho provato anche io a registrami per poi iscrivere mio figlio che passa dalla primaria alla secondaria di primo grado. In effetti il form aveva già uno stile un po’ curioso, ma ho continuato a inserire i dati fino al termine, poi la scritta in inglese: il server è occupato si prega di ripovare più tardi.
    Bè ho riprovato questa mattina: il form era perfetto, funzionavano tutti i campi e sono giunta al termine, al momento della convalida mi diceva che il codice fiscale era già inserito nel databse!! Certo!! Era quello inserito ieri, peccato che la procedura non fosse giunta a termine e quindi non ho ricevuto la mail di conferma. Poco male, ho inserito i dati di mio marito e ho portato a termine la procedura. Che ne sarà della mia parziale domanda di registrazione? Mah!! Grazie per il tuo contributo e alla prossima.
    Simona
    P.S. Comunque non ho potuto continuare con l’iscrizione per il troppo traffico! 🙁

    Risposta
  • 22/01/2013 in 16:53
    Permalink

    Buongiorno,
    Ieri sera tardi sono riuscita ad entrare finalmente e a compilare parzialmente una prima parte.Il sito non era bloccato per cui ho potuto procedere alla registrazione scrivendo i dati del bambino, la scuola col relativo codice meccanografico ma l’intoppo era in agguato..nel secondo stampato, quello relativo ai dati dei genitori,dopo aver compilato i miei dati e quelli di mio marito che è provvisto di cittadinanza sia italiana che straniera il sistema è andato in tilt.Inizialmente avevo inserito cittadinanza italiana, solo che dopo i campi sono obbligatori per il luogo di nascita e ti appare la tendina prestampata con i nomi delle province italiane.Ho provato ad ignorare la cosa,poichè mio marito è nato all’estero,ma niente..il sistema mi diceva che non poteva procedere se non compilavo tutti i campi per cui ho provato per logica a inserire alla voce cittadinanza la nazione d’origine di mio marito.solo che alla voce luogo di nascita compariva il solito elenco di province italiane e non di quelle relative al paese d’origine,ho provato ad andare avanti ugualmente non potendo inserire la città estera ma niente..stesso problema di prima:è apparsa la solita scritta in rosso che diceva che i campi dovevano essere obbligatoriamente inseriti tutti.Ora la mia domanda appare in sospeso, cosa posso fare?
    Grazie.

    Risposta
    • 22/01/2013 in 23:22
      Permalink

      ho letto ora attentamente tra i nomi dell’elenco delle città italiane alla lettera E compare anche la scritta ESTERO…forse ci siamo…

      Risposta
  • 22/01/2013 in 23:11
    Permalink

    io invece l’iscrizione l’avevo fatto già dall’anno scorso quando era solo opzionale iscrivere i propri figli online..Il problema mio è che dopo aver inserito tutti i dati di mio figlio , ovviamente dopo aver scelto tra le varie pzioni della scuola , cerco di salvare e mi dice: il codice scuola di destinazione non è valido!!!!!!!! ma com’è possibile, quando dopo aver inserito mi appare correttamente il nome della scuola, indirizzo etcccc… sono 2 giorni che provo…

    Risposta
    • 29/01/2013 in 16:50
      Permalink

      stessa cosa che sta succedendo a me ! ora sei riuscita a risolvere se si dimmi come grazie !

      Risposta
  • Pingback:Iscrizioni online 2013 – guida rapida | Catepol 3.0

  • Pingback:Iscrizioni online 2013 – Considerazioni e Guida « molto più che segretaria

  • Pingback:Scuola e iscrizioni online: niente panico « Social Family blog magazine

  • 23/01/2013 in 17:34
    Permalink

    scusa, come faccio a cancellare una domanda incompleta? nella guida all’utente appare un bel bottoncino giallo con scritto cancella domanda, io non ce l’ho!!!

    Risposta
  • 23/01/2013 in 17:35
    Permalink

    Cmq volevo precisare che non ho finito di completare tutte le pagine

    Risposta
  • 28/01/2013 in 12:31
    Permalink

    c è scritto proprio tutto nelle istruzioni ma io non riesco a cancellare una domanda incompleta, qualcuno mi aiuta??? fanno vedere la schermata d esempio ma, come a Maria Grazia, non riesco a recuperarla!!!!
    Daniela

    Risposta
    • 08/02/2013 in 14:29
      Permalink

      Ciao, io poi ci sono riuscita devi compilare prima la domanda fino alle fine ma non inoltrarla anche se hai inserito dati non corretti, dopodichè quando vai su domande inserite trovi il tasto cancella domanda

      Risposta
  • 06/03/2013 in 23:51
    Permalink

    salve a tutti! Una mia amica straniera ha iscritto la figlia nella scuola sbagliata. L’iscrizione è stata fatta direttamente dalla scuola (che non le ha rilasciato nessuna ricevuta) poichè lei è analfabeta. Adesso non può iscriverla nella scuola corretta poichè la ragazza risulta iscritta nell’altra scuola, la quale dice che non è possibile cancellare la domanda, ma occorre chiedere il nulla osta a fine mese, ecc. ecc. E’ vero che la domanda non si può cancellare adesso? Inoltre, è possibile chiedere alla scuola i codici per l’accesso e fare da sè? Grazie x la risposta

    Risposta
    • 06/03/2013 in 23:53
      Permalink

      non si può cancellare la domanda neanche con il codice. E’ la scuola che può cancellare e restituire la domanda. Ora il problema è che son scaduti i termini, per cui neanche la scuola può cancellare, andava fatto entro il 28 febbraio. Rimane la via del nulla osta

      Risposta
  • 11/03/2013 in 17:56
    Permalink

    Buonasera,
    Sono la zia di una ragazzo che è stato iscritto alla prima superiore, purtroppo però, essendo mio fratello divorziato, non ci è dato sapere a quale scuola è stato iscritto. Ovviamente l’affido sarebbe condiviso…ma solo sulla carta, perchè la madre fa quello che le pare senza mai nè condividere e tantomeno informare.
    Come può mio fratello far valere i propri diritti e sapere quando e a quale scuola il proprio figlio è stato iscritto?
    Grazie

    Risposta
  • Pingback:Catepol 3.0 – Iscrizioni online 2014 – Guida alla registrazione

  • 07/02/2014 in 20:06
    Permalink

    Salve,

    ho un dubbio in merito alla procedura di iscrizione on-line.
    Quando devo indicare la priorità dei corsi, devo mettere 1 al corso con la priorità maggiore (quello a cui di fatto mi voglio iscrivere) oppure devo mettere 3 a quel corso?

    Insomma, qual è il livello di priorità da selezionare per il corso più “importante”?
    Grazie in anticipo.

    Risposta

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere eventuali dati personali che pensi di aver lasciato su questo blog, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi