varie ed eventuali

Italiani in Scozia

Le cucine chiudono ovviamente presto come in tutto il mondo anglosassone e in quello austro ungarico. L’italiano vede giornate lunghe e cazzeggia il più possibile in giro. Si ricorda della cena all’imbrunire, ora locale tipo già dopo le 21. Parte la corsa al locale che ti faccia mangiare entro la sua chiusura (max 22) se sei fortunato e ti trovi in posti particolarmente vocati al turismo.

Sappiate però che con un bambino al seguito, il bambino 9 volte su 10 non sarà ammesso al locale dopo le 20.30 o max le 21 se il locale è pub ma anche e spesso se è ristorante.

Un fish and chips comunque non lo si nega a nessuno anche nel villaggio più lontano dalla civiltà. Ed è sempre in haddock pescato in loco.

Nella soup of The day ci può essere di tutto, non ce n’è una uguale all’altra, spesso non pervenuti i vegetables on essa contenuti o comunque accostamenti tipo lenticchie ed albicocche, ma son sempre buone e riscaldano.

Il sole e la giornata buona sono un concetto relativo. A volte se spunta un raggio particolarmente violento (roba tipo 17 gradi) lo scozzese si scusa con te per il troppo calore.

La pioggia non esiste. Sei tu italiano che vedi la pioggia scendere dal cielo a catinelle ed è metà agosto e tu ti chiedi ma perchè non son rimasta in spiaggia? La pioggia è la Scozia. La Scozia è la pioggia. Se non fa qualche goccia dal cielo un bimbo scozzese da qualche parte si sente male o probabilmente muore un angioletto robe così.

La colazione scozzese contiene tanto di quel colesterolo da poter sfamare un’intera nazione africana.

Il segreto di ogni ricetta è il burro scoZzese, dice puntuale la nostra guida, non l’avreste mai detto vero?

Lo scozzese a cui s’è alzato il kilt causa vento aveva sotto i ciclisti.

Non è detto che l’unica pompa di benzina segnalata in quella zona delle highlands che stai attraversando sia aperta quando ci passi tu.

I negozi chiudono imperscrutabilmente alla 17 (max le 18) in posti particolrmente accoglenti per i turisti nonostante ci sia luce fino alle 21.30 e anche più e tu stai lì, tu italiano che dopo aver girato una giornata volevi anche fare shopping e acquistare qualche ricordino, ma che cavolo fanno dopo le 18 che spariscono tutti e i centro città son pieni di italiani e spagnoli vaganti.

Anche perché ovviamente pure i turist Information han già abbassato tutto e non puoi nemmeno chiederglielo cosa fanno dopo le 18 e dove vanno.

Se un ristorante o pub è vicino all’orario di chiusura la cameriera ti accoglie grignando che I’m afraid we Are closing oppure I’m afraid we Are full nonostante ci sia un tavolo da quattro libero in bella mostra. Perché qui i tavoli son da due o da quattro e tu fucking Group of Italians che siete quattro adulti più bambino osi chiedere un tavolo da cinque? E come osi?? La procedura non lo prevede, I’m afraid The table is for four eccheccazzo!!!!

Un kilt completo costa un pacco di soldi e c’è gente che se lo compra scegliendo la stoffa e la Foggia come un nubendo da noi sceglie l’abito nuziale.

C’è un tourist Information e un gift shop in qualunque view point sperduto. Ma tanto alle 5 Pm è chiuso e ti chiude anche i bagni e non riuscirai neanche a fare pipi, italiano che passi dal view point senza beccare mai l’orario di apertura.

Le pecore son dovunque. Le one track road son praticamente di loro proprietà e ti tocca anche far lo slalom per scansarle nella già piccola monocorsia. Se poi esci per fotografarle, si mettono anche in posa.

Tutti gli scozzesi hanno un bed & breakfast. Ce n’è uno in ogni buco. Spesso in mezzo al nulla. Però col wifi.

E anche se il b&b è un tugurio, il kit bollitore The milk sugar biscottino non manca mai. Magari manca l’acqua calda e ti devi adattare e cominci a imprecare tutte le divinità gaeliche maculi mettere che ti puoi sempre fare un The???

6 thoughts on “Italiani in Scozia

  1. Un resoconto così non l'avevo mai letto.

    Certamente è molto più pratico e realistico di tanti opuscoli o guide online.

    Bene, vedo che ti diverti.

    Buon rientro 🙂

  2. Si solo l’orario continuato può chiarirlo. Comunque da un paio di anni a questa parte anche in Italia sta prendendo piede fortemente il B and B.

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. <br>Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi