Womentech 2009: donne e tecnologia

Dopo il VeneziaCamp 2009  (a cui debbo l’apparizione sul Corriere) sono stata invitata da Michele Vianello e da Gianna Martinengo (per il tramite del mio amico, da quel momento nominato anche “manager”, Gigi Cogo) al WomenTech 2009 -Conferenza internazionale “Women&Technologies® che si è tenuto a Milano il 9 Novembre scorso.

Onoratissima dell’invito e molto contenta per la splendida giornata trascorsa, per gli ottimi contenuti della conferenza e l’impeccabile organizzazione oltre che per aver conosciuto grandi donne, non ne avevo ancora scritto, perché aspettavo la pubblicazione di foto, video, presentazioni.

La seconda edizione della conferenza internazionale “Women&Technologies®” e del premio “Le tecnovisionarie®” è stata organizzata scopo di rappresentare la visione del rapporto tra donne e tecnologia, però, non come problematica di genere ma come strumento per identificare e valorizzare il talento nella ricerca, nello sviluppo tecnologico e nell’innovazione, nel web, in un periodo così importante per l’Europa e non solo.

Dopo il discorso di apertura di Gianna Martinengo, i saluti del Direttore Generale del Museo Fiorenzo Galli, e del Presidente della Camera di Commercio di Milano, Carlo Sangalli, il Womentech si è svolto poi in tre sessioni: “Generazione 2015” (10.30-13.00) coordinata da Fiorella Operto, Presidente della Scuola di Robotica di Genova; “Trasversalità delle tecnologie” (14.30-16.00) condotta da Mariagiovanna Sami, Professor of Digital Processing systems, Politecnico di Milano; “Non solo tecnologie ma persone” (16.30-18.00) coordinata da Gianna Martinengo, Presidente Didael. Ha chiuso i lavori Maria Grazia Cavenaghi-Smith, Direttore Ufficio del Parlamento Europeo a Milano mentre durante la successiva Serata di Gala è avvenuta l’assegnazione del premio “Le Tecnovisionarie®” 2009.

Un po’ di foto della giornata qui:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Nell’ambito della sessione del mattino, “Generazione 2015” sono intervenuta anche io, in qualità di Caterina Policaro/(catepol.net), cioè di me stessa, docente, esperta di social network e blogger, invitata a dare il mio contributo sulla presenza delle donne nella parte abitata della rete (blogosfera e social network).

Partendo infatti dai presupposti neurologici delle differenze tra i generi, la discussione nell’ambito della prima sessione, si è poi sviluppata dimostrando, anche per mezzo di dati e ricerche, che fondamentalmente non c’è differenza di genere nell’uso delle tecnologie. Occorre solo utilizzarle al meglio, da parte delle donne che ritengono di averne paura, per semplificare la propria vita (professionalmente parlando, ma non solo) e saperne cogliere le opportunità.

Vi rimando al sito del Womentech 2009 per approfondire tutti i contenuti di tutti i relatori.

Il mio intervento è disponibile in video qui http://www.womentech.info/index.php/tavola-rotonda-“chi-generazione-2015”/intervento-di-caterina-policaro.html,

Oltre che qui sul blog:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Potete vedere i saluti qui http://www.womentech.info/index.php/interventi/, e gli altri relatori della tavola rotonda a cui ho partecipato io qui http://www.womentech.info/index.php/tavola-rotonda-“chi-generazione-2015”/

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi