Materacamp 2009: quello che io non ho visto (ma non per questo non c’era)

C’è una parte di Materacamp che non ho vissuto se non in parte: gli interventi! Non li ho visti nè sentiti, ma gli interventi, i contenuti, al Materacamp ci son stati, e come!! Nonostante abbia letto chi afferma il contrario, non avendo nemmeno messo piede in Mediateca, sabato scorso.

Io ero solo impegnata con Clara e gli altri, a far la trottola, come doveva essere. Ma i contenuti, gli interventi, ci son stati. Due sale interne, una esterna, con libertà e fluidità, come deve essere ad un Barcamp. Chi ha voluto, ha parlato, chi non ha parlato, ha ascoltato, tutti partecipanti, ognuno a suo modo.

Un’orda di Blogger ha invaso Matera nel ponte del 2 maggio, come sapete.

(foto di gigi.cogo)

E non si è trattato di solo cazzeggio. Ci son state critiche costruttive, ma anche qualcuno che ha detto che contenuti al MateraCamp non ne sono passati perchè le blogstars avevano di meglio da fare (non ti linko, mi son rotta di sentirmi rispondere dallo scorso anno che è un “cateclaracamp” da chi neanche ci mette piede).

Foto di vitocola

E allora questo cartellone che ci stava a fare? E le tre sale? E tutti questi post-it? E tutta la gente che era seduta, che si spostava da una parte all’altra. Non saranno mica venuti solamente a scoccare l’abbondante pranzo offerto? Non mi è sembrato.

Ecco, pertanto cosa mi son persa, a malincuore:

Meteomatera che ha parlato di tempo e web (non di quanto tempo perdiamo sul web, ma del meteo…bella giornata infatti durate il camp, meno male)!!

- Nicola Greco (16 anni, ripeto 16 anni) ha parlato di BuddyPress. E’ uno degli sviluppatori, il ragazzo ha futuro. tenetelo d’occhio. (Tra l’altro è quasi mio compaesano e cugino di una mia ex compagna di scuola, il mondo è piccolo).

(foto di brezzalago)

Sul sito italiano di BuddyPress capiamo di che si tratta quello che Nicola presenta: trasformare una installazione di WordPress MU in una piattaforma di social network. Una gran figata (in piccolo sperimentata qui http://blogeventi.com/ )

I’m giving a speech about “What’s BuddyPress” and a little introduction to BPDEV plugins.

Il suo blog è in inglese. Se avessi anche un solo alunno che si destreggia con inglese e internet come lui, sarei la docente più contenta al mondo! Complimenti, Nicola.

- Gfoss ha raccontato di quante belle cose si possono fare con il software geografico libero. E poi si son messi a mappare Matera. Interessante il progetto  Open Street Map, presentato da Francesco de Virgilio, della comunità italiana openstreetmap.

- Gli eBayers hanno tenuto i loro incontri (non mi chiedete di che hanno parlato, però, vi rispondo non lo so. Erano tutti attentissimi, molto più dei blogger, questo va detto).

- C’è stato l’intervento su “Web Marketing e Green Marketing applicati alla commercializzazione dei prodotti agro alimentari” (almeno leggo dal post-it appeso). Non so dirvi al momento chi lo ha tenuto.

- Irene/Cucina Senza Senza è stata seguita ed applaudita nel suo intervento provocatorio dal titolo “Dalla padella alla Brace”. Husband era entusiasta. Io avrei voluto, meno male che c’è la Presentazione scaricabile!!!

Di cibo ci siamo occupate anche noi trottole, ma a scopo sociale: sfamare voi! Più che con tante belle parole, con i guanti, col grembiule e con i fatti!

(foto di gigi.cogo)

- Sandro e i ragazzi di Ideama hanno presentato l’approccio “Immagine, Comunicazione, Usabilità” spiegando anche le scelte applicate al sito del Materacamp.

- Stefania Mele, una delle organizzatrici del Materacamp, la prima a sinistra nella foto sopra, ha anche  presentato “45 piccole idee anticrisi” (le slides qui di seguito).

Ed ancora, eccomi a riferirvi del progetto Marro’ws dei nostri amici turchi Ali R?za Babao?lan e Aykut Karaalio?lu di Impreda Technology. Son stata praticamente precettata a tradurre l’intervento per i non English Speaker, ma l’ho fatto con vero piacere. Quindi è praticamente l’unico intervento che ho avuto modo di seguire per intero e con la massima attenzione, per non raccontare al pubblico in sala delle fesserie, traducendo ad capocchiam.

Foto di Amantealive.it

I nostri due simpaticissimi amici turchi con il progetto Marro’ws vogliono provare risolvere i problemi dei contenuti sul web, della loro organizzazione per una migliore fruizione da parte dell’utente che possa essere in grado di trovare esattamente quello che cerca, quando cerca un pezzo di informazione.

Se pensiamo a quando cerchiamo qualcosa su Google, capiamo quanto per un utente inesperto (ad esempio la mamma di Ali che cerca una ricetta) i contenuti del web siano mal organizzati e impossibili da ritrovare dopo del tempo, senza i dovuti accorgimenti. La soluzione del progetto Marro’ws è un sistema di informazioni organizzato, mediante il quale, con semplicità (ed anche senza registrazione) condividere e raccogliere i contenuti (come quando ritagliamo dai giornali gli articoli che ci interessano e ce li archiviamo secondo il nostro particolare criterio di pertinenza ed utilità, questa la metafora utilizzata), grazie ad uno strumento che si colloca tra il 2.0 e il 3.0, quindi il semantico.

Il funzionamento di Marro’ws è semplicissimo: selezioni il pezzo di articolo o post che interessa, grazie al bookmark per Firefox e lo salvi con un click nel tuo contenitore sotto forma di short URL personalizzabile. Il contenuto in formato indirizzo URL potrai poi esportarlo da  qualunque accesso internet, in un e-mail oppure pubblicarlo su twitter e facebook ecc. o ancora salvarlo in formato PDF o file doc, html ecc.

(ma magari poi vi faccio un post a parte su Marro’ws, intanto i due amici dopo Matera se ne sono andati al NEXT’09 conference in Germania dove hanno tenuto un’altra presentazione http://www.next-conference.com/next09/)

- Ernesto Belisario/Diritto 2.0 con “La guerra del copyright non si combatte solo nelle baie” (meno male che ci son le slide!!)

- Marco Massarotto, Stefano Vitta e Mafe De Baggis sulla  “Community First”, abbozzata solo la scorsa settimana dallo stesso boss di Hagakure. Nello spazio esterno. Anticamera del raduno dei blogger che sarebbe seguito da lì a poco.

- C’è stata, infatti, contemporaneamente a Community First, la presentazione del gruppo degli scrittori collettivi in Second Life, coordinati da Azzurra Collas/Lorenza Colicigno, sul progetto di romanzo collettivo “La torre di Asian” –  http://romanzocollettivo.ning.com

Tutto bene, finché metto alla prova le mie capacità tecnologiche, qui ammetto una caduta radicale, quasi un abisso!! Segnale basso e quindi niente SL, mi dispiace, so che il gruppo è lì ad aspettare il collegamento, ma pazienza.
Il mio pc, che in effetti aveva fatto i capricci il giorno prima, decide di oscurarsi e di oscurare le bellissime foto-documentazione di Asian. Qui mi sento un po’ persa (si sarà visto?), ma poi, Lorenza aka Azzurra reagisce e torna all’arcaico strumento della parola, in cui, diciamo la verità, è abbastanza ferrata.

La presentazione di Lorenza, come potete leggere dalle sue stesse parole, ha avuto qualche difficoltà tecnica che non è stato possibile risolvere, e di questo mi dispiace molto.

Un appunto mio a noi dell’organizzazione sullo svuotamento della sala avvenuto durante  il romanzo collettivo. Abbiamo sbagliato a distribuire il gioco Blogstar proprio in questo momento.

A me, trottola,  ha dato la sensazione del “Il matrimonio è finito, questa è la bomboniera, andate in pace”. A cui si è aggiunto l’afflusso di massa dei blogger più noti, me compresa, nello spazio esterno.

In pratica ad un certo punto il richiamo del cazzeggio blogosferico ha distolto l’attenzione dal resto del camp, diciamocelo!

Allora veniamo alla parte ludica del materacamp, qui c’ero!

Il Flame in realtime di Maxime e Dania,

(foto di lafra)

il Minchia 2.0 coordinato da Siskaceska Ferrara e Marileda Maggi, l’aperitivo a “tarallucci e vino” offerto da me per ringraziare e festeggiare il quarto posto di Bilbao.

(foto di Amantealive.it)

Comincio col prendere in prestito le parole di Dania:

Non esiste un modo giusto o sbagliato per partecipare a un BarCamp. Qualunque sia la tipologia della tua presenza in rete e il motivo che ti spinge a socializzare, dal vivo, con altri blogger, l’unica cosa che dovresti cercare di fare è rilassarti, divertirti e prenderti, sempre, poco sul serio.

immagine-41

(foto di Ali R. Babao?lan)

Ed è proprio prendendoci poco sul serio che, tutti stravaccati nello spazio esterno della Mediateca, ci siam divertiti un po’. Ma magari ve lo racconto in n altro post.

Materacamp 2009: cominciamo coi ringraziamenti

Ieri 2 maggio ha avuto luogo il MateraCamp (lo sanno anche i sassi oramai :-) ).

C’è tanto da raccontare ma voglio cominciare con i cosiddetti “doveri istituzionali” e quindi dal ringraziare di cuore chi si è arrotolato le maniche e si è messo a disposizione a vari livelli affinchè questo Barcamp lucano riuscisse bene.

Il Materacamp è stato, mai come questa edizione, una sinergia di forze e teste incredibile. Un bel gruppo a cui va il merito di aver reso possibili queste splendide giornate materane (perchè, come già sapete, è dal 30 sera che, con i primi arrivi a Matera, la macchina social e dell’accoglienza si è messa in moto, dando il benvenuto, accompagnando, dando passaggi, facendo cenare ecc. gli ospiti che man mano sono arrivati).

Io e Clarita abbiamo avuto più visibilità perchè più conosciute e più presenti sui social network, proprio per questo, questo post è doveroso, da parte mia. Per ringraziare TUTTI TUTTI TUTTI.

foto di vitocola

E comincio ovviamente con il ringraziare gli ottimi Clarita e Gianfranco, veri e propri padroni di casa, insieme al mitico staff della Mediateca Provinciale, la location che ci ha ospitati, perchè hanno faticato per la riuscita del Materacamp davanti e dietro le quinte.

Grazie a voi, Loredana, Rosa, Brunella, Bruno, Carla, Fabio e Leo e grazie ai membri della neo costituita Associazione Materacamp: Brunella, Stefania e Severino, Sandro e Gabriella.

Ringrazio Husband, Ernesto, Marcello, gli Ideama boys, Francesco e gli altri organizzatori del raduno a noi gemellato, quello dei Power Sellers di Ebay.

La macchina organizzativa del Materacamp si è poi avvalsa della collaborazione preziosissima di GFoss, Egghia, Sassiland, Videouno, Agenzia Lionetti, La Stamperia Liantonio, Blogo e Blogstargame, MTCom, B&B La casa dei Sassi, Personalizzami,per l’accoglienza, la comunicazione, la gadgettistica ecc.

Un grazie immenso a chi non ci ha lasciato a stomaco vuoto: Consorzio di Tutela Vini MateraDOC, Derado, Villa Schiuma, Consorzio del Pane di Matera, Peperoni Pennella, Masseria Grieco, Panificio San Giacomo, Bottega dei Sassi, Le dodici Lune, La Cantina della Bruna. Grazie per aver sfamato i 200 e passa partecipanti del Materacamp, credo di poter dire anche da parte di ognuno di loro.

Un grazie anche ai nostri media partner Liquida e Geek Files.

E vi rimando ad un prossimo post invece col racconto del Materacamp, visto da me.

Materacamp09 a Buongiorno Regione Basilicata

Grazie a Videouno e al TGR Basilicata, il Materacamp09 arriva sui media tradizionali. L’intervista a Clarita è stata trasmessa nella trasmissione Buongiorno Regione, in onda su Raitre oggi alle 7.30, a cura della redazione della Rai a Potenza.


Materacamp09: la RAI intervista Clarita from Clara Longo on Vimeo.

Ed inoltre ricorda:

Matera Blogbeer“: http://barcamp.org/materacamp09. Puoi seguire questo evento anche attraverso l’apposita pagina di Facebook http://www.facebook.com/event.php?eid=147392995112.

Materacamp in Cena“: http://barcamp.org/materacamp09. Puoi seguire questo evento anche attraverso l’apposita pagina di Facebook: http://www.facebook.com/event.php?eid=54020457751.

Materacamp 2009: siete caldi????

A grande richiesta, torna il Materacamp…edizione 2009 e la grande macchina organizzativa lucana si è già messa in movimento per questa nuova avventura!!!

Per i neofiti, cos’è un barcamp?
Il BarCamp e’ una “non-conferenza” tematica, nata dal desiderio delle persone di condividere e apprendere nozioni in un ambiente libero e aperto al confronto. E’ un evento intenso con discussioni, dimostrazioni e molta interazione tra i partecipanti. Chiunque abbia qualcosa da condividere o il desiderio di imparare e’ benvenuto e invitato a partecipare. Quando arrivi, sii preparato a condividere con i barcamper. Quanto te ne vai, sii preparato a condividere con il mondo. Niente spettatori, solo partecipanti!
L’intento è quello di presentare ai cittadini, alle aziende e alle associazioni le esperienze, le attività e i modelli di business che in altre parti d’Italia e del Mondo stanno facendo crescere un nuovi mercati e contemporaneamente stanno supportando i vecchi verso la ripresa economica. In questa prospettiva di sviluppo le aziende e le associazioni sono quelle che per prime vanno informate, istruite ed educate alle nuove tecnologie, ai nuovi media e ai nuovi modelli di business, affrontando i problemi più rilevanti per svilupparne le potenzialità. L’idea di un’incontro a Matera ha ulteriori finalità non meno importanti. La città di Matera con le sue grosse carenze dal punto di vista delle reti di comunicazione ferroviarie e autostradali è il luogo ideale per promuovere uno sviluppo in questo senso. (via)

Quando è previsto il Materacamp?
E’ oramai tradizione organizzare questo Barcamp lucano nel mese di maggio. E per ovvi motivi logistici/organizzativi quest’anno la scelta è caduta su sabato 2 maggio. Come per lo scorso anno ci saranno delle attività turistiche e ludiche che interesseranno l’intero ponte del 1° maggio, di modo che i “forestieri” che vengono da tanto tanto lontano possono essere ripagati dalle fatiche del viaggio visitando luoghi incontaminati e pieni di fascino e assaporando delizie dal gusto unico tipo i celeberrimi peperoni cruschi, l’altrettanto famoso espressino freddo, il pane di Matera e così via.

Quale sarà il tema di questo barcamp?
Visto il “felice e prospero” periodo che stiamo affrontando, stavamo pensando di concentrare gli interventi su su come il web e la tecnologia possano aiutare l’economia a sconfiggere la crisi. Ovviamente questa è un’indicazione generale.

Quali sono stati i feedback delle scorse edizioni?
Puoi leggere tutto sui wiki delle altre edizioni del Materacamp: tanti blogger hanno partecipato e hanno messo nero su bianco la loro esperienza materana.

Se hai voglia di collaborare con me & Clara & husband & Gianfranco per organizzare questo importante evento che vede la città dei Sassi e la Basilicata al centro dell’universo virtuale e della blogosfera, basta inviarci un’email!

E puoi anche passare parola sul tuo blog… Ogni aiuto è ben accetto…

Ovviamente c’è un wiki dedicato all’evento… eccolo: http://barcamp.org/materacamp09 che è quello dove bisogna iscriversi per comunicare la propria partecipazione

Ovviamente siamo anche su Facebook http://www.facebook.com/home.php#/group.php?sid=9935a04348903c09054dc505b16680fa&gid=51261770673

Twitter : http://www.twitter.com/materacamp

Friendfeed: http://www.friendfeed.com/materacamp

Flickr dove saranno caricate le foto: http://www.flickr.com/groups/1000328@N24/

[Marchette] Anche io sto provando Oral-B Professional Care 8500

La PromoDigital (nella persona di Umberto) mi ha contattata insieme ad altre blogger per testare questo spazzolino elettrico: lo Spazzolino Elettrico Ricaricabile Oral-B Professional Care 8500.

Ovviamente ho accettato. Ovviamente ho in mano lo spazzolino elettrico. Ovviamente mi ci sto lavando i denti. Altrimenti come lo scrivo il post di recensione?

Di mio e di originale posso scrivere solo che il prodotto è buono, come ho fatto a non provare mai prima uno spazzolino elettrico? E mi fermo qui.

Pur avendo io tutto il materiale informativo da cui trarre le info per questo post. Dopotutto ce lo fanno provare per parlarne e per pubblicizzarlo, è chiaro. Per le caratteristiche e altri dettagli, invece vi rimando da Clarita e da Elena.

Hanno praticamente scritto tutto loro, e anche di più. E allora perchè questo post non sembri un redazionale pubblicitario, leggete là. Io torno a lavarmi i denti con Spazzolino Elettrico Ricaricabile Oral-B Professional Care 8500, con permesso!

PS ah comunque lo usano anche tanti altri blogger (solo che loro l’hanno regolarmente acquistato!!)

Pagina 1 di 3123
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: