iPhone e iPod Touch: applicazioni e didattica

Trovo su HeyJude un documento scribd di James Greenwood che mi appunto qui e condivido.

Si tratta di un elenco, sicuramente non completo (anzi se avete segnalazioni di applicazioni iPhone/iPod Touch didattiche, ditemelo nei commenti), di tutta una serie di applicazioni per iPhone/iPod Touch utilizzabili in ambito educativo, per imparare, per insegnare, per ripetere, per condividere.

ICTAC MEMO iPhone Apps for Education

Le potenzialità di un oggetto come l’iPhone (o anche di un iPod Touch) nella didattica sono tantissime. Inizio con questo post una esplorazione sul campo di cui vi aggiornerò.

Avevo letto di qualche sperimentazione americana e inglese in college in cui gli studenti vengono dotati di un iPhone/iPod touch per meglio partecipare alle lezioni.

Vi segnalo a questo proposito anche un progetto italiano, quello della Scuola di Eccellenza Universitaria “Tullio Levi-Civita” dal nome “Conoscenza in rete”, che ha come obiettivo la creazione di una piattaforma multimediale di scambio di informazioni a beneficio della didattica e che prevede di dotare ogni studente di un Apple iPod Touch mediante il quale potrà sempre accedere, anche in mobilità, all’orario dei corsi, al materiale didattico relativo alle lezioni, al database delle videolezioni, rese disponibili il giorno seguente il loro svolgimento e sempre a disposizione dello studente, comunicare con segreteria, tutor, professori e altri studentivia E-mail e di utilizzare i servizi di chimata su internet (Skype)…ecc.

Immagine 29

Un campo, insomma, tutto da esplorare per chi si occupa di elearning e tecnologie didattiche.

Avvenimenti, fatti e fenomeni visti dalla blogosfera italiana

Luca, che come sappiamo ha da poco cominciato a collaborare con Liquida, mi invia alcuni dati sullo status della blogosfera che condivido a mia volta qui con voi.

Oggi, infatti, sono stati diffusi sul Corriere della Sera (CorriereEconomia) alcuni dati sulle tendenze della blogosfera nell’ultimo trimestre 2008, prendendo come base i circa 10.000 blog monitorati da Liquida della blogosfera italiana.

(immagine di thewritingzone)

Liquida ne ha estrapolato un’indagine svolta su un campione di 600.000 articoli ricavando i tag, i personaggi famosi, i brand e i temi trattati che, seppure è uno studio senza valenza scientifica, rappresenta una fotografia dettagliata del mondo dei blog e, in maniera più ampia, della società italiana.

Escludendo i blog che trattano esclusivamente tematiche personali, avvicinandosi più a diari online, e che rappresentano la grande maggioranza dei blog presenti in Rete, i temi più trattati dai blog italiani risultano quelli legati all’attualità e alla politica interna (circa il 30% dei post pubblicati riguardano questi temi), seguiti da tecnologia e web (circa il 20%) e sport 8%.

Nel periodo analizzato, dove le elezioni presidenziali americane e Obama hanno tenuto banco risulta significativa anche la presenza della politica internazionale (circa il 10%).

Enorme è la varietà dei temi trattati dalla blogosfera italiana tra settembre e dicembre 2008: oltre a quelli sopra citati si spazia dalla musica al cinema, dalle news locali fino ad arrivare a coprire nicchie come l’enogastronomia, il collezionismo, il fenomeno cosplayer, la cultura giapponese, i tatuaggi, il vegetarianesimo militante, le mamme blogger e molto altro.

I due grandi protagonisti, almeno in termini “quantitativi”,  dell’analisi di Liquida, fra quelli più discussi nei blog italiani sono stati:

  1. Berlusconi con quasi 10.000 citazioni
  2. Obama con circa 7.900 citazioni.

Tra i brand è il Mondo Apple che emerge come il più trattato in assoluto con 14.600 citazioni.

Le dieci parole in assoluto più citate all’interno degli articoli dei blog italiani negli ultimi quattro mesi del 2008 sono state (fra parentesi il numero assoluto di citazioni):
1.      Berlusconi (9.807)
2.      Obama (7.951)
3.      Windows (6.216)
4.      Facebook (4.597)
5.      Partito democratico (4.494)
6.      iPhone (4.458)
7.      Gelmini (4.339)
8.      Milan (4.295)
9.      Inter (4.232)
10.    Veltroni (3.863)

Negli ultimi mesi i temi di attualità più discussi sono stati: la riforma Gelmini, la crisi economica, la sicurezza e la criminalità, le guerre e il terrorismo. Molto spazio è riservato ai temi legati al Vaticano dove ricorrono termini come: Chiesa (2.388), il Papa (2.087), Vaticano (1.402), la Bibbia (1.112).

Per quanto riguarda il web il nuovo leader assoluto è Facebook con 4.579 citazioni, seguito da Youtube (3.760), solo terzo Google (3.190).

Nella tecnologia la sfida è fra Apple, il vero protagonista della Rete, e Microsoft.  Apple è molto presente sia come brand (3.560) che con tutti i sui prodotti, in particolare l’iPhone (4.458), seguito dall’iPod (2.098) e dal Macbook (2.075). La leadership è combattuta con Microsoft (2.535) e in particolare con i prodotti della famiglia Windows (6.216).

La classifica dei brand aziendali vede Apple (3.560), seguito da Google (3.190), Alitalia per le ben note vicende (2.857), Microsoft (2.535) e la Ferrari (1.323).

Lo sport è dominato dal Calcio. La parola di sport in assoluto più frequente è Milan (4.291), seguita, quasi a pari merito, da Inter (4.237). La vera star è Mourinho che supera in fama anche i calciatori
con 1.606 citazioni. Il Milan può vantare anche il primato del giocatore in assoluto più citato Ronaldinho (1.002). Il calciatore italiano più citato è Totti (819), seguito dal Del Piero (653).
Fuori dall’ambito calcistico la leadership spetta a Valentino Rossi (625).

Fra i personaggi dello spettacolo la più famosa è una donna, Maria de Filippi (1.344), che supera di poco l’altra grande presentatrice Simona Ventura (1.094). Citatissimi anche Roberto Saviano (1.212), Beppe Grillo (1.117), Vladimir Luxuria (1.114), Britney Spears (1.058) e Marco Travaglio (973).

Insomma c’è davvero da rifletterci su, se consideriamo questi dati come specchio, seppur parziale, della blogosfera italiana, no?

Pagina 1 di 212
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: