#d2dpotenza #wister le mie presentazioni

Le slide dei miei due interventi per Wister a Potenza.

Social Media, relazione, partecipazione e comunicazione

Adolescenti, rete, social network. Questioni educative

Panic Button per la sicurezza degli adolescenti su Facebook (UK only per ora)

Facebook aggiunge, al momento per la sola UK, la possibilità di un “Panic button”. (via TNW)

Panic button

Un Panic button non è altro che la possibilità, per ragazzi e adolescenti di Facebook, di cliccare direttamente e segnalare alle forze dell’ordine qualcosa che non va.

Vediamo come funziona, anche se è solo per gli adolescenti e i minori inglesi di Facebook.

Il Ceop,  Child Exploitation and Online Protection centre, ha messo appunto una soluzione, attraverso una app di Facebook da installare, attraverso cui, facilmente, ogni ragazzino presente su Facebook, nel momento in cui si sente minacciato online da qualcuno, può cliccare direttamente il bottone  e accedere immediatamente alla possibilità di segnalare e/o di chiedere aiuto  in caso di cyberbullismo, hacking, approcci a sfondo sessuale, violazione di privacy ecc.

Il Panic Button è già presente su social network frequentati da ragazzi come Myspace o Bebo, ma su Facebook fa la sua apparizione ora in UK. Non è un vero e proprio bottone visibile a tutti, è una tab da aggiungere mediante una applicazione.

Per averlo su Facebook, gli adolescenti inglesi devono installare una app (che troviamo cliccando qui). Questa applicazione aggiungerà una tab dal nome ClickCeop sempre visibile sul profilo di chi la installa quando loggato a Facebook.

La nuova tab sul profilo dà subito accesso al ‘panic button’ attraverso il quale fare il report dell’abuso direttamente alle forze dell’ordine. C’è sempre il link alle Safety for teens di Facebook, la sezione dedicata alla sicurezza per gli adolescenti in cui si trovano tutti i consigli per impostare al meglio le opzioni di privacy.

Il Ceop offre anche la possibilità di aggiungere un Ceop badge sulla bacheca e sulla bacheca dei propri amici in modo da rendere virale la promozione della app.

Ottima l’applicazione e l’idea, ripeto al momento disponibile solo per gli adolescenti UK. Resta da verificare quanti teenagers presenti su Facebook istalleranno veramente la Ceop tab e si ricorderanno di utilizzarla in caso di minaccia nei loro confronti da parte di altri utenti.

E’ sempre importante verificare le impostazioni di privacy di Facebook, non mi stanco di ripeterlo.

Vi rimando a quanto raccomanda Facebook agli adolescenti qui su questa pagina apposita: http://www.facebook.com/help/?safety=teens

La Gelmini vuole accorciare le vacanze estive a 4 settimane? E noi scioperiamo!

ATTENZIONE!!!

MESSAGGIO PER CHI E’ ARRIVATO QUI CERCANDO NOTIZIE IN MERITO ALLO SCIOPERO E ALLA PROPOSTA DI LEGGE DELLA GELMINI RIGUARDO LA RIDUZIONE DELLE VACANZE:

NON ESISTE NESSUN DISEGNO DI LEGGE DELLA GELMINI, E’ UNA BUFALA: NON E’ VERO.

Qualche giorno fa nella mia rubrichetta [cateprof] segnalavo che, anche nella mia piccola scuola superiore ai confini dell’impero, “i ragazzi non sono entrati per una presunta protesta studentesca contro la gelmini. Non ci è dato sapere quale.”

Alunni che decidono di non entrare a scuola, non è una novità. Altri che poi entrano alla seconda ora perchè non era vero che c’era sciopero (o perchè esistono ancora genitori che li rimandano, non dico a calci nel sedere, ma li rimandano a scuola). Chiedi loro la causa del loro astenersi dalle lezioni in massa e ti rispondono “C’è sciopero contro la Gelmini!” sottintendendo: “Com’è che solo voi professori non lo sapete??”

Immagine 6

Allora insisti a chiedere si ma contro la Gelmini perchè? E ti dicono che “Dice che” …la Gelmini in mezzo a tutti i tagli, vuole anche tagliare le vacanze estive e ridurle a 4 settimane. Ovviamente “Dice che…” chi?? Boh non si sa. Ok è la solita giustificazione degli studenti per saltare un giorno di scuola. Vecchia come il mondo. Anche noi che oggi siamo prof abbiamo saltato in massa una o più giornate di scuola con una scusa ben congeniata quando eravamo studenti, no?

Pare invece che quello che fino a poco tempo fa era un fenomeno locale (il passaparola tra scuole della stessa zona per concordare una comune giornata di sciopero studentesco, perchè se si fa tutti insieme è più bello e agli occhi dei grandi sembra una cosa veramente organizzata) grazie a telefonini prima e a Facebook adesso, acquisisce dimensioni molto più grandi.

Una Bufala, un passaparola che si allarga a macchia d’olio viaggiando via SMS, email, MSN e Facebook, forum & co.  Strumenti e veicoli di informazione e comunicazione che non possiamo non conoscere (questo lo scrivo per i miei colleghi prof.) o far finta che sono “Altro da noi”.

Non ho indagato il fenomeno, è il fenomeno che mi si è presentato direttamente, stavolta, in quanto anello della catena che passa velocemente da uno all’altro grazie al web.

Arriva, infatti, anche a me una mail (si tra i miei contatti ci sono un po’ di adolescenti, conosciuti) privata di Facebook che mi riporta un post di un blog. Lettura utilissima per meglio comprendere le dinamiche della comunicazione tra gli adolescenti nell’era dei social network. E quello che passa per la loro testolina.

Leggiamo insieme:

Ogni anno c’è la solita catena-bufala. Ovviamente anche quest’anno non è da meno, ed ecco che sulle finestre di msn, sulla mail, troviamo scritto:

“LA GELMINI CON LA LEGGE 639 VUOLE ACCORCIARE A 4 SETTIMANE LE VACANZE ESTIVE… VOI VOLETE SOLO 4 SETTIMANE D’ESTATE?!? NO ALLORA TUTTI SCIOPERIAMO IL 1 OTTOBRE !!!! TI PREGO MANDALO A TUTTI DEVE SCIOPERARE TUTTA ITALIA!!!!”

Hahaha, la legge 639! Sembra una legge razziale contro gli studenti italiani per obbligarli a lavori forzati! Ovviamente è tutta una bufala organizzata – o per dormire il 1 Ottobre – o per uno scopo preciso irato a cacciare il ministro dell’istruzione Mariastella Gelmini.

Abbiamo cercato ulteriori informazioni su questa fantomatica legge 639. Nulla che riguardi la scuola, e soprattutto il 2009:

1) La legge 639 del 5 luglio 1964, “Restituzione dei diritti doganali e delle imposizioni indirette interne diverse dallimposta geerale sull’entrata per taluni prodotti industriali esportati”
2)Legge 639, contro l’imbrattamento di cose altrui.

Distaccandoci dalla politica, Sinistra o Destra, è pur sempre una bufala!
E ricordate di scioperare solo per una giusa causa!

Gli scioperi veri sono indetti tramite una circolare apposita che deve girare nelle scuole almeno una settimana prima, oppure è il TG stesso a dare l’informazione sullo sciopero.

Fonte: http://msn-livesidus.blogspot.com/2009/09/catena-la-gelmini-accorcia-4-settimane.html

Sorrido e vado a leggere il post. Che è strapieno di commenti. Ed ha anche una seconda parte, dove i gestori del blog, studenti anch’essi, continuano a spiegare ai coetanei che “E’ UNA BUFALA!!!”

Immagine 5

Cioè, avete capito bene, un bloghetto che parla di trucchi MSN, fa un pacco di visite l’altro giorno perchè gli studenti hanno scatenato un passaparola tramite internet, msn e facebook su uno sciopero contro la Gelmini e la presunta legge 639.

Il blog prova a spiegare ai coetanei che è una bufala e che in queste cose sono delle pecore che vanno dietro a tutto pur di saltare un giorno di scuola oltre che a specificare che uno sciopero ha un minimo di credibilità se segue gli iter previsti.

Sostenendo anche che “Le catene che girano su MSN e su Facebook sono finte al 99%”

Confesso: lo spasso per me è leggere i commenti del primo post e i vari forum e le yahoo answers (qui e qui su Facebook)!!  E la tentazione è forte. Ora vado a commentare anche io come una bimbominkia fra loro, una profe infiltrata, per aggiungere un piccolissimo ma non insignificante tassello informativo alla cultura adolescenziale sullo sciopero: il fatto che, non essendo LAVORATORI, forse, magari, non è che abbiano proprio un diritto di sciopero di cui avvalersi.

Mi riconoscerebbero subito, però. Io non skrivo con le kappa!!!!

Chiamatela “assenza di massa”, “non abbiamo voglia di stare a scuola”, “facciamo sega/filone ecc.” ma non inventate scuse ufficiali che vi si ritorceranno contro. E soprattutto  pensateci un paio di volte prima di divulgare ai vostri amici e contatti una notizia che “Me l’ha detto tizio su MSN che gliel’ha detto suo cugino su Facebook che l’ha letto da un volantino che aveva in mano la sorella della compagna di scuola del suo vicino di casa”

Esami di maturità su Internet: da come copiare ai temi possibili



Cheat Professionally – video powered by Metacafe

Mi son divertita ancora una volta a girare per Internet allo scopo di scrivere un post sugli esami di maturità visti con l’occhio degli studenti. E vi assicuro la cosa è interessantissima e prende anche parecchio.

Della serie “non si finisce mai di imparare” ecco un video che spiega un’ottima tecnica per copiare qualcosa all’esame di maturità o in qualunque tipo di test.

Le fotocopie rimpicciolite dei testi scolastici e non, i bigliettini (magari fatti con la carta copiativa in modo che scrivendone uno socializzi il biglietto in copia con altri e produci più biglietti contemporaneamente), da nascondere in qualunque parte del corpo o dell’abbigliamento immaginabile e non totalmente immaginabile e/o colpita dal sole, sicuramente esistono ancora e sono l’unica arma che resta se, come dovrebbe essere tutto l’ambaradan tecnologico per copiare agli esami (smarthphone, telefonini di ultima generazione, iPod, Ieee ecc.) vengono sequestrati.

Per la prova d’italiano indovinare la traccia esatta del tema già è un cercare forsennato su Internet (e dove altrimenti?) magari con la speranza di beccare i temi dati in Australia, anche se secondo me i “temari” (libricini dal formato ultra-tascabile con un’ampia rosa di temi già svolti) continuano a vendere alla stragrande.

Andiamo a vedere cosa e come cercano informazioni gli studenti su Yahoo Answers: la sostanza è che agli esami s’è sempre copiato. Si tratta solo di conoscere le tecniche giuste. La moda di questa maturità 2008 è la maglietta, lo sappiamo già.

Skuola.net promette che risolverà le tracce della prima prova e della seconda prova di maturità in tempo reale. Non appenna verranno aperte le buste, indagherenno sulle eventuali fughe di notizie alla scoperta delle tracce d’esame della maturità 2008.

E se c’è fuga di notizia c’è uso di cellulari non v’è dubbio. Quindi è mediante cellulare connesso a Internet che rientreranno le soluzioni.

La PRIMA PROVA è a scelta tra sette possibilità di tracce d’esame:
– Analisi di un testo letterario;
– Saggio breve/articolo di giornale (a scelta tra i diversi ambiti di riferimento: storico-politico, socio-economico, artistico-letterario, tecnico-scientifico);
– Tema di argomento storico;
– Tema di ordine generale

Ecco che il toto esame 2008 vede e prevede sempre secondo skuola.net:

La combinazione vincente degli ultimi sette anni è stata : Dante(2007) – Ungaretti – Dante – Montale – Pirandello – Quasimodo – Pavese – Saba (2000). Prosa e poesia sono quasi equamente distribuite, con la prevalenza di quest’ultima negli ultimi anni. Probabile quindi che esca un testo in prosa per una legge non scritta dell’alternanza. Possiamo ipotizzare finalmente i gettonatissimi Moravia e Svevo. Sono anni (almeno cinque) che si parla di loro e questa dovrebbe essere la volta buona. Tranne lo strano caso di Dante (scelto sia dalla Moratti che da Fioroni), negli ultimi anni sono stati proposti solo autori del ‘900 e non vi è alcun motivo per cui si debba cambiare: impossibile che Dante esca per due anni consecutivi.
Guardando quindi al panorama dei grandi autori del ‘900, restano ancora fuori dalla lista proprio i due presunti favoriti.

Statistica pura e scientifica da paura, insomma.

Papabili gli anniversari tipo quelli più importanti che ricadono nel 2008:
– 1948 Assassinio di Gandhi
– 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo
– 1948 Entrata in vigore della Costituzione
– 1968 Assassinio Martin Luther King
– 1968 Il sessantotto
– 1978 Assassinio di Aldo Moro
– 1978 Elezione di Giovanni Paolo II

Insomma di tutto di più, manca solo il compleanno di zia Genoveffa.

Sull’attualità invece sempre quelli di Skuola.net si spingono ad azzardare che siccome le tracce dei temi le scrivono entro febbraio (ma dai, chi ve lo ha detto?):

Analizzando quanto accaduto nell’anno in corso, riteniamo possibili tracce sul bullismo, sulle morti bianche (il caso Tyssen Krupp di Torino su tutti) e sui problemi ambientali (l’emergenza rifiuti). Infatti tutti questi eventi hanno avuto una grande risonanza nel periodo di Dicembre – Febbraio, quando cioè vengono decisi i temi d’esame.
Da escludere invece un tema sul Tibet, che pur essendo molto di moda ha cominciato a far parlare di sé solo da un paio di mesi.

Ah bè!

Ecco che cercando in internet e sperando nella creatività degli utenti della rete trovo un altro video con i trucchi possibili per copiare alla maturità senza essere beccati. Il video è fatto bene, con le schede tecniche di valutazione per ogni trucco.

Su studiamo.it ancora altre proposte di temi per la prova di italiano ben schematizzati:

Argomento

Traccia ipotetica di riferimento

Commento

Israele

Il candidato, dopo una disamina della situazione mediorientale, indichi le possibili strade per giungere ad una pace duratura all’interno di questo travagliato territorio.

Nel 1948 nasceva, prima dell’ufficializzazione ONU, lo Stato di Israele e subito dopo era già guerra (il primo conflitto arabo-israeliano)

Il 1968 e la contestazione studentesca

Cosa è rimasto dello spirito del ’68?

oppure,

La contestazione del ’68 ha portato benefici al sistema formativo italiano?

40 anni fa scoppiò la contestazione (il c.d. maggio francese)

Papa Giovanni Paolo II

Quanto è cambiato il mondo in conseguenza dell’energica opera di Papa Wojtyla?

Viene eletto, nel 1978, il Papa polacco

Gli assassinii politici

La violenza verso uomini-simbolo come un vigliacco tentativo di cambiare la storia.

Ricorrono in un sol colpo gli attentati omicidi a Togliatti (1948), Mahatma Gandhi (1948), Aldo Moro (1978), Martin Luther King (1968) e Bob Kennedy (1968): se al Ministero dell’Istruzione non avessero fantasia, questa potrebbe essere una traccia molto “quotata”

La distruzione dell’ecosistema e la crisi energetica

Sono passati più di 30 anni dalla crisi energetica degli anni ’70, ma da allora poco o nulla si è fatto per modificare la quasi totale dipendenza dal petrolio. Il candidato illustri i motivi che impediscono l’abbandono di questa fonte e le conseguenze che il suo uso incontrollato provoca sull’ecosistema.

Si tratta, purtroppo, di un argomento sempre di grande attualità, soprattutto a causa dell’ennesima impennata del prezzo del greggio nei mercati internazionali

La legge elettorale del Parlamento italiano

L’attuale legge elettorale italiana per la formazione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica impone, di fatto, il bipolarismo, ovvero l’aggregazione dei partiti politici in due grandi schieramenti, così come avviene in molti altri Paesi democratici. Il candidato descriva gli aspetti positivi e negativi di questa soluzione, alla luce della storia italiana recente.

Un tema verosimile, in considerazione della riforma della legge elettorale che il nuovo Esecutivo dovrebbe varare entro la fine del suo mandato.

Le cellule staminali

Nel campo delle cellule staminali è in corso una sorta di gara tra i ricercatori di tutto il mondo per raggiungere risultati sempre più eclatanti. La società tuttavia si domanda se sull’altare del progresso si debba sacrificare di tutto o se è preferibile fissare una linea di confine oltre la quale è meglio non andare. Si descriva quest’affermazione.

Anche questa è una traccia sempre d’attualità

Il mondo dei fumetti e dei cartoni animati

Qual è il contributo educativo che le letture di fumetti e la visione di cartoni animati, al cinema ed in TV, forniscono ai bambini?

Correva l’anno 1938 quando il mitico Walt Disney creava “Mickey Mouse”, in italiano “Topolino”

La guerra ed il terrorismo

Che la guerra sia uno strumento d’offesa da evitare con ogni mezzo è ormai un principio definitivamente acquisito nella cultura della comunità internazionale. Nonostante ciò, il mondo è sempre più un campo di battaglia. E’ solo colpa del terrorismo?

Un altro argomento purtroppo sempre d’attualità e comunque rinsaldato dalla ricorrenza con la fine (e la vittoria) della I guerra mondiale (1918)

L’Unione Europea (U.E.) e le Organizzazioni internazionali (o sovranazionali)

La guerra al terrorismo ha evidenziato le difficoltà di organismi internazionali come l’ONU e l’Unione Europea, che non sono sempre riusciti ad operare efficacemente ed a rappresentare una voce comune per tutti i Paesi partecipanti. Il candidato descriva quale futuro potranno avere queste Istituzioni e se esiste ancora un margine di sviluppo delle loro funzioni.

L’Unione Europea è sempre molto gettonata ed in ogni caso ricorre il 60° anniversario della “Dichiarazione Universale dei Diritti Umani” dell’ONU

La Costituzione italiana

La Costituzione della Repubblica italiana del 1948 è ancora valida oppure, in qualche sua parte, va modificata?

Ricorre il 60° anniversario sia delle elezioni politiche del 1948, sia dell’entrata in vigore della Carta costituzionale italiana

L’immigrazione

Il fenomeno dell’immigrazione in Italia di popoli provenienti da Paesi meno ricchi: aspetti positivi e negativi.

Anche questa è una materia di grande attualità

E per finire una bella traccia di letteratura:

Giacomo Puccini

La vita e le opere di Puccini

150° anniversario della nascita di Giacomo Puccini

Qui poi, sulla community dei teenagers, si trova di tutto un po’ e anche qui si azzarda sulle possibili tracce letterarie:

Tra i papabili per il tema di letteratura, uno dei più attesi ma anche quello che preoccupa più gli studenti, sicuramente Alberto Moravia, il grande favorito dello scorso anno, quando invece la scelta cadde su Dante Alighieri. Il Neorealismo in pole position, così come sono in forte ascesa le quotazioni di Svevo, atteso da anni, e Verga . Dopo due anni di testi in versi questa volta sembra scontata la scelta della prosa: da non sottovalutare anche Calvino e Pirandello. L’outsider potrebbe essere Cesare Pavese, di cui quest’anno si celebra il centenario dalla nascita.

Su Panorama si parla di tracce false che potrebbero girare e trarre in inganno gli sprovveduti navigatori che pensano di poter realmente trovare tutto su internet e soprattutto che quello che trovano su internet è oro colato. Ricordando cosa successe lo scorso anno:

E allora giù a frequentare tutti i siti internet che annunciano anticipazioni, come Giornalettismo.ilcanocchiale.it diretto dall’esimio luminare Gregorj Vakulinciuck (digitare per credere). Il 18 giugno dell’anno scorso, il sito mettevano in linea i titoli della maturità giusto la notte prima degli esami, tanto per rifarsi al titolo dei film di Fausto Brizzi con Giorgio Faletti prof carogna. E a colpo d’occhio risultavano pienamente plausibili.

Bè, nel rammentare a tutti coloro che arriveranno a questo post con chiavi di ricerca sugli esami di maturità 2008 che l’importante è aver studiato e che nessuno regala niente, chiudo questo post (dal momento che mi sto perdendo nei vari forum di adolescenti e rischio di non uscirne davvero più). Ma forse nei prossimi giorni ci ritorno sull’argomento esami di maturità, perchè di materiale ne sto leggendo e vedendo veramente abbastanza da farci un libro. Alla prossima.

Amore e sesso spiegati agli adolescenti

(via) Un bellissimo video che spiega amore e sesso in modo ironico ma perfettamente comprensibile. Spesso non si sa come affrontare questi temi coi ragazzi e le ragazze.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: