Diamo i numeri di Facebook

Via jeffbullas ma soprattutto via Ninjamarketing che li ha tradotti già in italiano, i numeri impressionanti di Facebook.

Forse non tutti sappiamo che:

1) 1 terrestre su 13 è presente su Facebook.
2) Più del 30% degli utenti di Facebook è over 35.
3) Negli USA il 71,2% di Internet users usa Facebook.
4) Ogni 20 minuti vengono condivisi 1.000.000 di link.
5) 1.484.000 eventi condivisi ogni 20 minuti.
6) In 20 minuti vengono uploadate 2.716.000 foto.
7) E i tag? 1.323.000 foto taggate, sempre ogni 20 minuti.
8 ) Ogni 20 minuti vengono aggiornati 1.851.000 status.
9) Ogni 20 minuti 1.972.000 richieste di amicizia sono accettate.
10) 2.716.000 messaggi vengono inviati (indovinate un po’? Ogni 20 minuti!).
11) In 20 minuti vengono pubblicati 10,2 milioni commenti pubblici.
12) Ogni 20 minuti vengono pubblicati 1.587.000 post in bacheca.
13) Nel week end di capodanno sono state uploadate 750 milioni di foto.
14) Il 48% dei giovani americani hanno detto trovare notizie attraverso Facebook.
15) Quando si sveglia, il 48% degli utenti tra i 18 ei 34 anni di età per prima cosa controlla Facebook.
16) Il 50% degli utenti attivi accede a Facebook ogni giorno.
17) 130: è la media di amici per ogni utente.
18) Mediamente, vengono passati oltre 700 miliardi di minuti al mese su Facebook.
19) Sono oltre 900 milioni fra pagine, gruppi ed eventi, gli oggetti con cui possono interagire gli utenti.
20) Un utente è collegato mediamente a 80 fra pagine, gruppi ed eventi.
21) I contenuti medi creati da un utente ogni mese sono 90.
22) Numeri da capogiro per i contenuti (link a notizie o blog, album fotografici, video e simili) condivisi ogni mese: più di 30 miliardi!
23) Il sito è tradotto in 70 lingue diverse.
24) Circa il 70% degli utenti di Facebook sono fuori dai confini degli Stati Uniti.
25) Più di 300.000 di utenti vengono aiutati attraverso l’app a tradurre il sito.
26) Gli imprenditori e sviluppatori di oltre 190 paesi lavorano con la Piattaforma Facebook.
27) Ogni giorno vengono installate 20 milioni di applicazioni.
28) Sono più di 250 milioni i siti raggiunti dagli utenti attraverso Facebook
29) Ogni giorno a partire dal mese del varo dei vari plug in sociali, oltre 10000 siti al giorno si integrano con Facebook.
30) Degli oltre 2,5 milioni di siti web collegati a Facebook, più di 80 fanno parte della classifica di comScore dei Top100 americani; in quella globale, il numero supera la metà.
31) Anche per il mobile, i numeri sono impressionanti: 250 milioni circa sono gli utenti che accedono a Facebook attraverso i dispositivi mobili.
32) Gli utenti che accedono a Facebook attraverso supporti mobili interagiscono mediamente il doppio rispetto agli utenti non mobile.
33) Ci sono più di 200 operatori di telefonia mobile in 60 paesi che lavorano per distribuire e promuovere i prodotti Facebook mobile.
34) Il volto di Al Pacino è apparso sull’home page originale di Facebook.
35) Inizialmente, Facebook era un servizio di condivisione file.
36) I primi “work network” così come gli originali network educativi includevano Apple e Microsoft.
37) Il significato del termine poke non è mai stato definito.
38) C’è un app per vedere cosa c’è sul menu del bar della sede di Facebook.
39) Mark Zuckerberg (CEO di Facebook) si definisce un “Harvard Graduate”, ossia un laureato, anche se in realtà non ha mai conseguito il titolo (pare la sua risposta è che “there isn’t a setting for dropout“).
40) Il popolo che mediamente passa più tempo al mese su Facebook è quello australiano: 7 ore pro capite.
41) Un dipendente du Facebook ha venduto la sua felpa per 4.000 dollari su eBay
42) Facebook è stato inizialmente finanziata da Peter Thiel, co-fondatore di PayPal per 500.000 $.
43) Al momento, Facebook in termini di traffico è secondo solo a Google.
44) Facebook ha ormai un valore di circa 80 miliardi dollari.
45) Facebook fa soldi attraverso la pubblicità e i prodotti virtuali che si vendono attraverso di esso.
46) Facebook ha corso il rischio di andare off line a causa di una querela da parte di ConnectU, che sosteneva il furto dell’idea e della tecnologia per realizzare il social network da parte di Zuckerburg.
47) Il 23,6% degli utenti totali di Facebook sono americani, ben 155 milioni.
48) Le fanpage totali sono oltre 16.000.000.
49) Texas Hold’em Poker è la pagina più popolare di Facebook, con oltre 41 milioni di fan.
50) Infine: Facebook conta circa 650 milioni di utenti attivi.

Meditiamoci su, gente. Meditiamoci.

6 thoughts on “Diamo i numeri di Facebook

  • 06/05/2011 at 12:26
    Permalink

    Si, davvero, bisogna fare qualche meditazione e credo sia il caso di darvi inizio ribadendo che facebook non fa parte del web: le risorse al suoi interno sono infatti raggiungibili solo se si fa parte dello stesso facebook, i link al suo interno non sono accessibili dal resto della rete. Pensare questa cosa mi crea un qualche fastidio, mi sembra un grande tradimento delle premesse e delle speranze connesse all’utilizzo collettivo della rete.
    Ma forse il mio è solo un romanticismo da veterano dell’IP: se è vero che i movimenti rivoluzionari magrebini hanno trovato in Facebook il loro luogo di organizzazione e crescita, allora è certo che al fenomeno va guardato con il massimo del rispetto e della considerazione.
    Altri spunti di riflessione potrebbero essere i seguenti:
    – l’uso di facebook ha determinato (personalmente ne do una interpretazione positiva) il quasi totale abbandono di “messenger” ( e dei suoi fastidiosissimi pupini scintillanti) da parte degli adolescenti;
    – facebook rischia di coincidere – o quasi – con l’uso di massa della rete;
    – l’aspetto sociale della condivisione delle informazioni è più rilevante della stessa autorevolezza delle fonti;
    – etc etc
    Si potrebbe andare avanti a lungo, ma un posto particolare alla riflessione vorrei fosse dedicato alla domanda: è possibile che – almeno per la massa di utenti scarsamente alfabetizzati – il successo di facebook coincida con lo scarso successo nell’uso personale ed individuale degli RSS? Che potrebbe anche tradursi, in campo educativo, alla seguente: è possibile che l’idea e la pratica dei Personal Learning Environment sia possibile solamente per gli utenti più evoluti? Per noi che insegniamo a scuola quest’ultima domanda è particolarmente “scomoda”, non trovi?

    Reply
    • 06/05/2011 at 15:35
      Permalink

      Carlo grazie per il tuo commento articolato.
      Facebook per tanti, forse troppi, è il web.
      Le persone continuano a non saper cercare informazioni e verificarne le fonti, continuano a non abitare altri ambienti del web e a non sapere il funzionamento di tante cose.
      Però sono sempre connesse, facebook aperto, chat aperta e via…
      Concordo, i link non accessibili all’esterno sono una grande chiusura e un grande limite.
      Certo, rispetto per chi usa anche Facebook come luogo di crescita e condivisione, non sono la maggiornanza.
      Anzi.
      Sull’ultima parte, bella provocazione…
      Gli utenti scarsamente alfabetizzati che hanno facebook mi sa che non hanno interesse ad avere altri ambienti, per l’apprendimento come per le proprie passioni (quelle che fino a qualche tempo fa ti facevano aprire almeno un blog, per raccontarle…)
      Torno volentieri ad approfondire queste cose, magari con un altro post.
      Grazie per gli spunti.

      Reply
  • 06/05/2011 at 15:28
    Permalink

    Grazie per la condivisione, Caterina.
    Sono numeri veramente interessanti!
    Ciao :)

    Reply
  • 17/05/2011 at 20:22
    Permalink

    più che interessanti sono numeri impressionanti, ma non so se è così buono che abbia tutto questo potere in mano…

    Reply

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: