Oggi cucina catepol: spaghetti e fagiolini come li faceva mia nonna (Fotoricetta)

Ricettina facile facile ma buona buona. Spaghetti e fagiolini come li faceva mia , o almeno ci provo.

Nonna Nuzza, (da Caterinuzza) la nonna di cui porto il nome (ciao nonna dovunque tu sia ora). Non eguaglierò mai come li faceva lei. Eppure ogni volta che li faccio si attiva il ricordo di quelli che ci faceva lei, allora, quando ero piccola e mangiavo dai nonni. E li faccio ogni tanto perchè mi vien proprio voglia, una voglia di quel sapore buono ma lontano nel tempo, il sapore dei ricordi. Il sapore di bambina, ed è un buon ricordo, ed è un buon sapore. Soprattutto, visti anche i colori, un piatto che comunque ti mette di buon umore solo a guardarlo.

Oggi esagero, e grazie al meraviglioso giocattolino nuovo in mio possesso da qualche giorno (l’iphone, ve l’ho detto che c’ho l’iphone?? No, non ve l’ho detto?? Possibile??) vado non di ma di foto passo passo.

Spaghetti ai fagiolini come li faceva nonna Nuzza.

Ingredienti:

Fagiolini freschi (meglio se quelli larghi, ma vengon bene anche con quelli tubolari), Patate, , Spaghetti (i Garofalo sono very good, sapevatelo!), aglio, sale q.b., olio d’oliva

Procedimento:

1. Privare i fagiolini delle punte e lavarli, sbucciare le patate e lavare anch’esse

2. Mentre mettete a bollire l’acqua necessaria in una pentola, tagliate le patate a pezzettoni. Considerate che ci deve bollire dentro, per la quantità d’acqua, fagiolini, patate e spaghetti.

3. Appena l’acqua raggiunge la bollitura, salate e versate nella pentola i fagiolini e le patate testè tagliate.

4. Mentre aspettate che l’acqua  ritorni a bollitura cuocendo fagiolini e patate, prendete i vostri bei pomodorini e lavateli

5. Tagliate i pomodorini a pezzetti

6. Stabilite la quantità di spaghetti da utilizzare a seconda dei commensali da sfamare. Io sto utilizzando la Garofalo da un po’ e, se posso dare un consiglio, è ottima ed ha una tenuta di fenomenale.

7. Inserire gli spaghetti nella pentola contenente fagiolini e patate che saranno arrivati a semicottura (anche perchè la pasta in questione ha circa 12 o 14 minuti di cottura…quindi c’è veramente tutto il tempo di far cuocere).

8. Nel mentre che aspettate il tempo di cottura della pasta, fate le foto con l’iphone per ingannare l’attesa 😉

9. No, anzi c’è qualcosa da fare mentre cuoce la pasta. Vi ricordate i pomodorini che abbiamo tagliato? Bene, è tempo di utilizzarli. In una padella antiaderente versate un po’ d’olio d’oliva e gli spicchi d’aglio. Quando mancano meno di 5 minuti alla fine della cottura della pasta, accendete il fuoco, fate imbiondire l’aglio affinchè l’olio si insaporisca, e versate i pomodorini a pezzetti e fateli andare fino a che non ci sarà da scolare la pasta (ripeto pochi minuti, a me piace che rimangano sul fresco…ma potete anche farli cuocere di più).

10. Scolate pasta, fagiolini e patate quando la pasta è al dente. (e scattate la foto se il vapore non vi annebbia)

11. Su un piatto di portata versate gli spaghetti (fagiolini e patate) testè scolati

12. Versate sulla pasta i pomodorini e il sughettino che s’è creato mentre andavano in padella e mescolate, ma poco, il giusto

13. Ammiratene colori e odori (e scattate un altra foto)

14. Impiattare con garbo. A questo punto dall’altra stanza arriverà husband a dire: “Ah fai la foto per il blog? Aspetta che metto il tocco dello .”

Trattasi del fagiolino messo in cima, per la cronaca.

15. Mandare amorevolmente a quel paese lo chef e il suo tocco di classe e buon appetito!!

NB le quantità degli ingredienti dite? Regolatevi a occhio sulla base di quanti siete no? Tipo io che oggi ho cucinato per 4 pur essendo in 2. 🙂 Come faccio a darvi le quantità esatte? La è un’arte non precisa. No? E il mio chef è arrivato solo per il tocco finale, quindi non le sa neanche lui.

Buon appetito!!!

catepol - Caterina Policaro

My Google Profile+

11 pensieri riguardo “Oggi cucina catepol: spaghetti e fagiolini come li faceva mia nonna (Fotoricetta)

  • 25/07/2009 in 21:00
    Permalink

    Buon appetito a te…. e se ne hai un piatto in più…. io accetto l'invito….

    Dany

    🙂

    Risposta
  • 25/07/2009 in 22:05
    Permalink

    very gnam anzi gnamissimo brava Cate l'ho postato lì da me (on feisbuc 😉 ) così che ne sappiano anche degli altri di tali bontà 🙂

    ebbrava la tu' nonn e grazieeeeeeeeee dovunque lei sia, è sempre con te ricordalo ma sai

    abbraccione,

    AD

    Risposta
  • 28/07/2009 in 04:35
    Permalink

    Oh gesu! Che bei colori.. Ma le hai fatte tu le foto?? Complimenti per l'arte culinaria, ma anche da fotografa nel caso, una perfetta immortalazione del soggetto 😛

    Risposta
  • Pingback:2009: Un altro anno di blog è andato… : Catepol 3.0

  • Pingback:E mi copiano il blog e quattro. E chi sa quante altre volte. : Catepol 3.0

  • 23/03/2010 in 18:29
    Permalink

    Assolutamente ricetta da copiare…anzi quasi quasi ti cito sul mio blog.

    Come erano poi i dolci?

    Risposta
  • 04/09/2010 in 10:58
    Permalink

    Ciao, ieri ho provato la tua ricetta e stasera la preparerò nuovamente per una cena con gli amici.
    Grazie per la spiegazione dettagliata e per la precisione nelle dosi degli ingredienti…
    Scherzo, anche io sono un fan del Q.B. 😀

    Risposta
  • 14/05/2013 in 13:46
    Permalink

    ciao stavo guardando la tua ricetta perchè mia nonna la faceva sempre la pasta con le taccole ma rimaneva brodosa non va scolata e i pomodori piu maturi e dentro la pentola con il resto e in piu un ciuffo di basilico fresco sempre dentro, e qualche fagiolo…. provala:):)

    Risposta

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere eventuali dati personali che pensi di aver lasciato su questo blog, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi