14 Luglio i blogger italiani sempre in prima linea per l’informazione

shout

In un paese ormai narcotizzato, piegato e rassegnato alla disinformazione televisiva.

In un paese dove la maggioranza dei giornalisti è al servizio degli editori e ha perso la passione, la grinta e soprattutto l’etica e la professionalità.

Molti, moltissimi blogger, hanno deciso di continuare ad esercitare il loro importante ruolo anche oggi 14 Luglio 2009.

Credono in quel ruolo che li rende ormai un elemento fondamentale e indispensabile di controinformazione e di riflessione continua.

Altri (pochi per fortuna) hanno deciso di tacere, di “scioperare” contro un odiosa proposta di legge.

Questi blogger hanno scelto, in libertà e in coscienza, di aderire all’appello di un giornalista di Repubblica. Il che leggete, e tantissimi altri, invece no!

Questo blog non si autospegne. Questo blog non è disposto a fare un ennesimo favore a chi vorrebbe tutti i blog spenti.
Questo blog è convinto che tutti possono esercitare un ruolo di informazione e di riflessione attiva, personale o di gruppo, nella rete delle reti, ultimo baluardo della libertà di informazione.

4 pensieri riguardo “14 Luglio i blogger italiani sempre in prima linea per l’informazione

  • 14/07/2009 in 16:34
    Permalink

    Detta così sembrerebbe che quei pochi blogger (me compreso) autospentisi abbiano semplicemente deciso di non aggiornare per 24H il loro blog.
    Invece lo hanno aggiornato eccome, solo che lo hanno fatto con un messaggio "a reti unificate".
    Il loro silenzio non è vuoto di significato, si è semplicemente scelto di non timbrare il solito cartellino e scendere in piazza, virtuale e non.

    Lo si fa per attirare l'attenzione, perché da sempre una singola voce rischia di essere coperta da mille altre, mentre tante che urlano la stessa cosa tutte insieme sono un'azione politica, e nella speranza che al momento del prossimo voto qualcuno si ricordi di chi ha solo osato pensare un tale abominio normativo.

    Tutti liberi di pensarla come si vuole, ma questo silenzio può far rumore

    Risposta
  • Pingback: Perchè non scioperiamo? « 10 post sul diritto all'informazione, per farci sentire

  • 25/07/2009 in 17:44
    Permalink

    Il bavaglio andrebbe messo ai politici corrotti e tutto il sistema della disinformazione televisa. diffondete e firmate mi raccomando!

    Risposta

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi