Ultime dalla scuola (23 maggio 2009)

Carrellata di notizie dal mondo della da diverse fonti informative, a cui rimando per approfondire.

da Tuttoscuola :

– Sul sito del Ministero sono state pubblicate le due circolari ministeriali, la n. 50 e la n. 51 del 2009, che disciplinano lo svolgimento dell’esame conclusivo del primo ciclo di .

– Mariastella ha inviato al ministero dell’Economia la richiesta di autorizzazione ad assumere 558 dirigenti scolastici. Lo hanno comunicato i responsabili del dicastero di viale Trastevere ai sindacati nel corso dell’incontro avuto oggi su organici, immissione in ruolo e dei dirigenti scolastici per l’anno scolastico 2009-2010.

-Diversi quotidiani danno informazione in questi giorni della situazione degli studenti stranieri, così come emerge dalla pubblicazione curata dal ministero Alunni con cittadinanza non italiana – anno scolastico 2007-2008, consultabile sul sito del Miur” (www.istruzione.it). La Stampa di Torino mette in rilievo un dato importante: dei 575 mila alunni stranieri presenti nelle scuole statali e non statali l’anno scorso, circa 200 mila (il 35%), è di seconda generazione, cioè nati in Italia da genitori stranieri.

da ItaliaOggi

Dal 2010 gli istituti tecnici avranno tutti lo stesso orario di lezione: 32 ore settimanali. Il provvedimento interessa 930mila studenti. A tanto ammonta il numero degli alunni dei tecnici, che dal 2010 saranno costretti a frequentare una scuola diversa, rispetto a quella alla quale si erano iscritti. Salvo gli studenti delle quarte e delle quinte che proseguiranno con il vecchio ordinamento. Lo prevede la bozza di regolamento messa a punto dal ministro dell’istruzione, Mariastella Gelmini, sul nuovo impianto ordinamentale, che è al vaglio del Consiglio nazionale della pubblica istruzione insieme alla bozza sui professionali.

da La Tecnica della Scuola

Istituto scolastico paritario “Marconi” di Potenza: per i carabinieri le presenze sui registri di classe erano registrate anche quando gli studenti erano regolarmente al lavoro, in uffici pubblici o in aziende private. Pesante l’accusa: “associazione a delinquere finalizzata alla commissione di innumerevoli delitti contro la fede pubblica”.

a.s. 2009/2010: Già la metà delle regioni italiane hanno deliberato le date relative al calendario scolastico per l’anno 2009/2010. All’interno della notizia una nostra tabella riporta tutte le date fin qui ufficializzate. Per la maggior parte delle regioni, le scuole apriranno i battenti il 14 settembre per richiuderli il 12 giugno 2010.

REGIONE

Inizio Lezioni

Vacanze Natalizie

Vacanze Pasquali

Altre vacanze

Termine lezioni

Abruzzo

Alto Adige (Bolzano)

14/9/2009

24/12/2009-6/1/2010

1-5/4/2010

2-3/11/2009;
15-18/2/2010 (vacanze invernali)

7/12/2009; 24/5/2010

N. 2 giorni a disposizione delle istituzioni scolastiche

12/6/2010

Basilicata

Calabria

Campania

Emilia-Romagna

15/9/2009

24/12/2009-5/1/2010

1-6/4/2010

2/11/2009; 7/12/2009

5/6/2010

Friuli-Venezia Giulia

Lazio

14/9/2009 1° ciclo

15/9/2009 2° ciclo

23/12/2009-6/1/2010

29/3/2010-6/4/2010

7/12/2009

12/6/2010

1° ciclo e 2° ciclo

Liguria

14/9/2009

23/12/2009-6/1/2010

29/3/2010-6/4/2010

2/11/2009; 7/12/2009

12/6/2010

Lombardia

14/9/2009

23/12/2009-6/1/2010

1-6/4/2010

2/11/2009; 7/12/2009

12/6/2010

Marche

16/9/2009

24/12/2009-5/1/2010

1-6/4/2010

2/11/2009; 7/12/2009

9/6/2010

Molise

Piemonte

14/9/2009

21/12/2009-6/1/2010

1-10/4/2010

2/11/2009; 7/12/2009

12/6/2010

Puglia

18/9/2009

23/12/2009-6/1/2010

1-6/4/2010

2/11/2009; 7/12/2009

9/6/2010

Sardegna

Sicilia

Toscana

14/9/2009

23/12/2009-6/1/2010

1-6/4/2010

30/11/2009 (Festa della Toscana); 7/12/2009

12/6/2010

Trentino (Trento)

14/9/2009

24/12/2009-6/1/2010

1-7/4/2010

7/12/2009

5/6/2010

Umbria

Valle d’Aosta
Veneto

Angeli e asini. Il voto di condotta e quello di educazione fisica faranno media per l’ammissione agli esami di maturità di quest’anno: lo ribadisce il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca con la circolare n. 50 del 20 maggio 2009. Un dieci in condotta e in educazione fisica possono riequilibrare un disastro complessivo nelle discipline professionalizzanti (esempio un 5 in italiano + un 5 in latino + un 3 in greco + un 3 in matematica). Ad esempio uno allievo di quinto anno di liceo scientifico che abbia 10 in educazione fisica e comportamento potrebbe essere ammesso agli esami di Stato con 4 in latino, 3 in matematica e 3 in italiano. Leggi anche l’articolo di Repubblica.

da cislscuola.it

Scuola secondaria di II grado: chiarimenti MIUR sulle cattedre costituite con più di 18 ore“gli spezzoni orario eventualmente residuati dopo la fase deterministica potranno concorrere alla formazione di posti anche con orario superiore a 18 ore nel caso in cui tale operazione risulti necessaria per la salvaguardia di docenti soprannumerari o qualora vi sia necessità di assorbire o limitare l’esubero provinciale”.

Direttamente dal sito Internet del MPI i risultati dei trasferimenti (per l’a.s. 2009/10) degli insegnanti di scuola primaria. Esclusa la Regione Abruzzo, i cui movimenti, per ovvi motivi, verranno pubblicati in seguito. Gli altri movimenti, man mano che saranno pubblicati, saranno disponibili qui: http://www.pubblica.istruzione.it/movimenti/movimenti0910.shtml

immagine-21

da istruzione.it

2007-2013 “competenze per lo sviluppo” – Pubblicato il bando per le annualità 2010 e 2011. La scadenza per la presentazione è il 15/06/2009.

Il bando prevede anche il finanziamento dell’azione – C.5 “tirocini e stage”, in cui rientrano le esperienze di alternanza scuola-lavoro. Le istituzioni scolastiche di istruzione secondaria superiore possono presentare di alternanza per gli studenti delle classi terze, quarte e quinte (numero minimo per ciascuna annualità: 15), così articolati:

* 40 ore di sensibilizzazione e orientamento all’inserimento in azienda (svolte da tutor didattico+tutor aziendale) sulle tematiche del mondo del lavoro in generale e del profilo professionale prescelto;
* 80 ore di stage in azienda/e (coordinate dal tutor didattico+tutor aziendale). Per ulteriori indicazioni sull’azione C.5, si rimanda all’Allegato VI dell’Avviso prot. 8124/AOODGAI del 15 luglio 2008.

catepol - Caterina Policaro

My Google Profile+

3 pensieri riguardo “Ultime dalla scuola (23 maggio 2009)

  • 23/05/2009 in 18:22
    Permalink

    Solo una precisazione. Educazione Fisica fa media già da anni (e può essere materia oggetto di esame, terza prova + colloquio). La novità è rappresentata dalla condotta. In ogni caso, il criterio per attribuire il voto in condotta è sensibilmente cambiato: con il cinque si boccia, ma è possibile dare dal sei al dieci, e fra gli elementi da considerare c'è anche la "partecipazione al dialogo educativo", ovvero la capacità di interagire in classe in maniera attiva. Stando così le cose non è affatto detto che le "mummie" prendano dieci,anzi ci sta che uno sempre zitto e muto si becchi pure sei, proprio perché "troppo" zitto e muto. Inoltre il voto in condotta è collegiale e se un consiglio di classe reputa che un alunno sia da bocciare o da non ammettere, agirà di conseguenza: non ci sono automatismi. Insomma, 'sta polemica sugli asini ossequienti che passerebbero comunque è un po' pretestuosa: e lo dice una che non ha simpatia né per il voto in condotta in sé, né per la Gelmini.

    Risposta

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere eventuali dati personali che pensi di aver lasciato su questo blog, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi