Privacy and Social Network

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

What does a friend of a friend of a friend know about you? – Un Video dell’Office of the Privacy Commissioner of Canada, Jennifer Stoddart. (via)

Cosa riesce a sapere su di noi una amico di un amico di un nostro amico? Cosa riesce a sapere dai nostri dati che condividiamo online?

Il video ci ricorda di porci alcune domande prima di mandare qualunque dettaglio di noi online e sui : mi va di condividere questa cosa? Sono consapevole che arriva anche agli degli degli (quindi a perfetti sconosciuti) una volta che la lancio in rete? Che cosa faccio capire di me? Che informazioni sto diffondendo? Qualcuno potrebbe usare queste informazioni contro di me? Queste informazioni come mi dipingono? Saranno valide anche fra qualche anno? Son cose che vorrei far sapere ad un qualunque dei miei ? Mia madre sarebbe contenta di leggere queste cose di me? Il mio capo sarebbe contento di sapere queste cose sul mio conto?

Ecc. ecc. ecc.

Se pensiamo alla diffusione di Facebook, c’è sicuramente da spiegare un po’ di cose a chi non ha idea di come funziona il meccanismo degli amici degli amici degli amici online. Senza allarmismi.

Anche perchè alla fine è solo questione di buonsenso.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

catepol - Caterina Policaro

My Google Profile+

2 pensieri riguardo “Privacy and Social Network

  • 17/11/2008 in 23:30
    Permalink

    Uhmm…mi viene da pensare che chi mette in rete la propria vita non ha nulla da nascondere e dovrebbe fare un uso consapevole della rete. Poi, magari, colleghi e familiari scoprono un lato di te che non avrebbero mai immaginato.Poi mi domando perchè la necessità di divulgare tante notizie personali adducendo la scusa di “ritrovare vecchi amici”…penso e ripenso…ma non è che, più semplicisticamente, è un (legittimo) desiderio di naturale visibilità nei confronti di una società che non ti vede proprio? L’ultima forma di riscatto dell’uomo comune. Poi si apre un’altra frontiera..quello del millantare crediti…in effetti non credo di aver letto mai di qualcuno che mostri i peggiori lati di sè. Ciao Cat. ^_^

    Risposta
  • Pingback:Sono online, ergo sum? : Catepol 3.0

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere eventuali dati personali che pensi di aver lasciato su questo blog, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi