Io linko, tu linki, egli linka…perchè?

Link link link, L’ultimo articolo di Luisa Carrada come contributo all’opera Scrivere di De Agostini. Il tema sono i link. Leggiamolo per capirne l’importanza reale, in termini di apertura della conoscenza, connessioni, correlazioni o anche semplicemente apertura dei giardini. I link collegano (dall’inglese to link = collegare). Se così non fosse, li avrebbero chiamati diversamente, non trovate? Un link è una porta aperta verso altri giardini, altre parole, altre persone.

La blogosfera c’è arrivata dopo e ne ha visto solo la facciata del “linkami e io ti rilinko per avere prestigio”. Anni fa si parlava di hyperlink e ipertesti, in altri ambiti. Si discettava dell’importanza di aprire nuovi contenuti col semplice click di una “parola calda”, di come questo, rispetto alla lettura lineare dei libri, avrebbe favorito l’apprendimento di concetti e nozioni in modo più simile ai collegamenti che fanno i neuroni nel cervello.

I link sono il sale del web, aprono sentieri poco noti, ci fan trovare il compendio a ciò che stiamo leggendo, portano novità, nuovi punti di vista, dipanano conversazioni. Ora come non mai, che le conversazioni non avvengono più solo sui blog ma anche su Twitter o Friendfeed o Facebook o altrove.

Se non ci fossero i link, bisognerebbe inventarli.

E non fidatevi di chi vi dice non mettere troppi link perchè il tuo lettore poi si perde (o peggio ancora, se metti troppi link ci sfasi l’algoritmo) o di chi vi spiega che è meglio fornire tutto il contenuto e non rinviare altrove.

Il bello dei link é proprio questo: la libertà di cliccarci su o meno. Loro di offrono solo altre opportunità per girovagare nel mare magnum della rete. Evviva i link, insomma.

10 thoughts on “Io linko, tu linki, egli linka…perchè?

  • 20/09/2008 at 16:54
    Permalink

    Evviva i link, si! Evviva le aggregazioni! Evviva tutto ciò che avvicina!

    Reply
  • 20/09/2008 at 17:36
    Permalink

    Evviva i link, sono d’accordo… e ora che ho scoperto il blog roll vedo in tempo reale cosa scrivono gli altri… è bellissimo. Mi piace sempre guardare i link degli altri: si capisce molto del blog che leggi. Ed è bello scoprirti linkato laddove non te lo aspettavi…

    Reply
  • 21/09/2008 at 10:34
    Permalink

    Anche se la blogosfera e le relative classifiche li hanno un po’ snaturati concordo, i link sono la forza di internet … adoro seguire link dopo link e ritrovarmi alla fine lontanissimo da dove sono partita ma comunque in un posto che mi sembra molto interessante … come ad esempio questo blog :)

    Reply
  • 22/09/2008 at 05:00
    Permalink

    Io sono uno abbastanza nuovo (3 mesi di attività) ma linkato e linkabile.
    Ho dei problemi perchè ho notato che ho più link di quelli segnalati da Technorati.
    Ho un secondo problema: non sopporto dire “ho linkato”, avete suggerimenti?
    Un terzo e ultimo: se 2 calcolatori sono 2 computer perchè due link sono due links?
    Questo lo chiedo, magari, all’Accademia della Crusca, fatemi sapere per piacere per il resto.
    Grazie.
    Dario.
    ITALY ITALIA

    Reply
  • 23/09/2008 at 20:31
    Permalink

    Bello questo post. Io attualmente sto facendo ricerca proprio su ipertesti, link e la loro applicazione nello spiegare il paesaggio culturale enogastronomico. Teoria dell’informazione al servizio dell’antropologia dell’alimentazione. Suona terribile? Invece è affascinante!

    Un saluto,

    Carolina

    Reply
  • Pingback: Scambio link? No, grazie. : Catepol 3.0

  • Pingback: And the winner is… : Catepol 3.0

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: