Il Galateo non prevede l’invito informale via Twitter

Mi son documentata col in caso di (e non ho nemmeno approfondito il capitolo "Come si invita una gentil donzella ad un convivio importante").

E no, mi spiace, il Galateo non prevede l’invito informale via . Ritenta sarai più fortunato.

Gli inviti

È sempre più frequente l’uso del telefono per fare gli inviti, talvolta anche con poche ore di anticipo. Tuttavia, sarebbe opportuno dare sempre almeno qualche giorno di preavviso, anche qualora si tratti solo di un incontro informale tra amici.

In questo modo nessuno di loro potrà avere l’impressione di essere stato chiamato a rimpiazzare qualcun altro e voi potrete organizzare ogni cosa con calma e limitando i rischi di defezioni dell’ultimo momento. Ricordate inoltre che il numero degli invitati deve essere proporzionato non solo allo spazio che avete a disposizione, ma anche alla vostra capacità di organizzarvi.

Inviti al telefono
Si telefona con tutto il preavviso possibile, facendo poi, eventualmente, un altro giro di telefonate il giorno prima o un paio di giorni prima per avere la conferma della loro disponibilità.
L’invito telefonico è consentito quando gli invitati sono un numero ristretto ed è quindi possibile tenere facilmente la situazione sotto controllo.
Potrebbe rivelarsi utile stilare un elenco dei nominativi chiamati, segnando accanto la risposta, e annotando se è necessario attendere per la conferma.
Telefonate quando siete abbastanza sicuri di trovare in casa la persona che potrà darvi una risposta definitiva, ma evitate possibilmente le ore dei pasti e quelle della tarda serata.

Inviti per iscritto
In caso di ricorrenze particolari o se prevedete un numero di ospiti superiore alle dodici persone, inviate un biglietto con almeno quindici giorni di anticipo. Non è necessario un biglietto particolare, a meno che non lo vogliate, basterà il biglietto che normalmente usate per i ringraziamenti.
Si presume a questo punto che chi è stato invitato vi contatterà per ringraziare e dare o meno la propria disponibilità, tuttavia, se non aveste ricevuto alcun cenno, sarà bene che quattro o cinque giorni prima facciate voi una telefonata, non si sa mai che l’invito non sia stato recapitato.
 

Ricordate che, in ogni caso, il biglietto di invito sarà sobrio e molto chiaro, con indicati giorno ora nonché il motivo dell’invito, cosicché chi lo riceve possa valutare senza incertezze se accettare e avere le indicazioni necessarie per decidere anche circa il proprio abbigliamento.
Se l’invito fosse molto formale è d’obbligo inserire la dicitura R.S.VP. (“répondez s’il vous plait”, ovvero “si prega di rispondere”) e, naturalmente, da parte di chi riceve l’invito è ugualmente d’obbligo rispondere al più presto.

Scegliere la compagnia
Il convivio riuscirà molto meglio se inviterete persone con gli stessi interessi, separando le riunioni tra amici da quelle di convenienza o di affari.
Cercate di creare occasioni “su misura” (ricordate la frase di Anthelme Brillat-Savarin: "Invitare una persona è occuparsi della sua felicità durante tutto il tempo che essa passa sotto il vostro tetto.").

Evitate di riunire persone che sapete non essere in buoni rapporti o che hanno mentalità del tutto opposte e, soprattutto, non proponetevi di cogliere l’occasione per mettere pace tra di loro.
Un’altra situazione imbarazzante può venire a determinarsi se uno degli invitati ha appena passato un brutto periodo ed ha l’abitudine di lamentarsi e recriminare o, peggio ancora, parlar male di qualcuno assente. In questo caso sarà meglio invitarlo in un’occasione diversa, più informale.

Le presentazioni
Via via che arrivano gli ospiti cercate di presentarli alle persone che non conoscono, nel farlo siate rapidi e non insistete troppo sui titoli onorifici, se sapete che la persona ci tiene, troverete un momento opportuno in cui farlo con più calma.
I giovani e i single vanno presentati alle persone sposate, alle coppie ed ai più anziani; gli uomini alle signore. Ricordate inoltre che le persone di riguardo non vanno mai presentate per prime, sono gli altri ospiti a dover essere loro presentati.
Durante le presentazioni, l’uomo si alza sempre se è seduto, mentre la donna lo fa solo davanti ad una persona più anziana o molto importante e in ogni caso non giovane.

 

Fermo restando alcuni sempre validi principi:

– nessuno fa niente per niente,

– nulla è fatto a caso,

– ad ogni azione corrisponde una reazione,

– si parla a suocera perchè nuora intenda,

ma soprattutto, last but not least: "Bene o male basta che se ne parli! That’s marketing, baby!"

catepol - Caterina Policaro

My Google Profile+

19 pensieri riguardo “Il Galateo non prevede l’invito informale via Twitter

  • 24/04/2008 in 00:09
    Permalink

    Povero Marco !!
    Con questo po’ po’ di cazziatone si farà delle menate anche quando dovrà invitare un’amica per un aperitivo..

    ..dai !, lo sai che noi maschietti a volte, quando si tratta di invitare una signora, siamo un po’ maldestri.

    Io spezzo una lancia per Monty e invoco le attenuanti generiche testosteroniche.

    besos.
    Riccardo

    Risposta
  • 24/04/2008 in 00:50
    Permalink

    @Rick
    Non per essere maleducato e parlar male degli assenti (mi sento obbligato a precisarlo visto quanto c’è scritto in questo post 😀 ) ma se mi citi il testosterone maschile allora mi riesce più facile immaginare che dopo il 3° no, l’uomo montemagno (sbattendosene allegramente) ha carcato in altri lidi 😀 eheheh
    (trattando da tappabuchi quello dopo nella lista :D)

    SIAMOOOO MASCHIIII..  OLTRE LE BALLE NIENTE PIùùùùùù
    (Masque sulle note di S.Salerno)

    Risposta
  • 24/04/2008 in 08:20
    Permalink

    🙂
    Luca nulla di personale sia chiaro…ah il VOI usato nei commenti da te è generico

    rick ma LOL

    Risposta
  • 24/04/2008 in 11:26
    Permalink

    Caterina, ci vorrebbe un po’ di aplomb e selfcontrol all’inglese 🙂
    La cosa strana è che noi blogger ci mandiamo a quel paese ogni 5 minuti. Ci scriviamo dei commenti alla "netroglicerina" e poi quando stiamo assieme facciamo sempre festa.
    Mah, come dicevo anche da Stefano Epifani, devo scrivere di sabato, con calma. E quando nessuno mi legge.
    Allora userò la soda caustica

    Risposta
  • 24/04/2008 in 20:26
    Permalink

    Credo che Montemagno abbia gestito abilmente l’operazione, ma anche che la tua reazione abbia un po’ cambiato le carte in tavola. Tu hai spesso dichiarato di essere prezzemolina, ma questo qualcuno lo ha scambiato per ingenuità. Essere presenti nelle occasioni di incontro non vuol dire abboccare. Guarda a caso i vari detrattori del marketing quelli che scrivono di quaglie sono i primi a presentarsi al buffet con il piattino in mano, forse perchè non hanno impegni di lavoro.  Negli eventi mondani ci sono le varie Parietti, e negli eventi digitali le blogstar che oramai sono diventati professionisti dell’evento.  Sono comunque dell’idea che l’evento con Ballmer e quello con Al Gore siano comunque importanti perché testimoniano che l’Italia non è più un Paese marginale.

    Risposta
  • 25/04/2008 in 10:56
    Permalink

    Gigi, Maurizio. Sia chiaro non ho nulla contro Montemagno e nemmeno con il listone dei soliti blogger da invitare. L’ho già scritto non ricordo più dove, ma in uno dei post linkati. Montemagno ha fatto solo il suo lavoro che era quello di riempire la sala. Quindi public relation.
    Non avrei neanche commentato se la cosa finiva là con il listone dei soliti noti.

    Dici bene esser prezzemolina a volte può sembrare ingenuità. Una prezzemolina che rilancia ad 800 contatti la cosa è BUZZ. se la cosa riusciva, monty avrebbe fatot non un buon lavoro, ma un ottimo lavoro.

    Il discorso è che se lo vuoi fare ci son le regole da seguire, non dico il galateo, ma l’invito via mail e personale quello si.

    Cioè per far l’esempio parallelo, Zeno Toniolo per Ballmer mi ha invitato, con una mail in cui la prima cosa che c’è scritta è "Cate lo so che sei molto distante, ma se potessi venire ci farebbe piacere"

    Cioè personalizzazione dell’invito, invito personale, nessun obbligo morale di riparlarne, nessuna sensazione di "esser fighi" per essere stata invitata, solo un invito.
    A cui si può dire si grazie o no grazie non posso. E nel momento in cui dici si grazie, rilanci in giro.
    Ecco qui il buzz funziona,

    Ma non ve le devo spiegare io queste cose.
    E’ il lavoro di Monty come di tanti altri.

    Io son solo una "simpatica bacchettona" (per dirla con le parole di Luca Sartoni):

    "E guardacaso coloro che spalano fango sui blogger presenzialisti (e speriamo un giorno professionisti) sono Studenti, Professoresse, Dirigenti, Impegati, Amministratori Pubblici. Tutti meritevoli di iniziali maiuscole, ma tutti blogger che continuano a confondere i diari online dalle pubblicazioni un po più impegnate. Simpatici bacchettoni che non infilano quattro congiuntivi, che non formattano il testo, che non hanno una base di scrittura web, che non sanno scegliere le immagini, che accendono la webcam e fanno “casataldeitali” a base di rutti ma soprattutto che non hanno nessuno a cui rendere conto, tranne al buon gusto (che comunque tradiscono regolarmente)."

    Ecco…fino a che quelli che rientrano in questi elenchi VIP publbici e pubblicati appositamente per far aumentare il buzz anche mediante i polveroni mediatici (che detto tra noi, ci leggiamo solo fra di noi)…nel momento in cui si permettono di dire che
    -ci son blogger di serie A che meritano di partecipare a questi eventi (ballmer e algore concordo sono momenti importanti per la rete italiana)
    – tutti gli altri son nessuno
    Mi fanno solo incazzare.
    Ma mi incazzo da signora. Perchè infondo non me ne frega nulla. Fortunatamente vivo d’altro (a livello di stipendio e di lavoro…la domanda che tutti si chiedono "Ma lavorate mai? è giusto porsela).
    Però son competente e mi interesso di alcune cose.
    Però son blogger con la B maiuscola anche io.

    E potrei continuare ma quasi quasi ci scrivo un altro post)

    Risposta
  • 25/04/2008 in 11:08
    Permalink

    Catepol, vuoi scrivere il mio post?
    Già lo stai facendo 🙂

    Risposta
  • 25/04/2008 in 11:09
    Permalink

    Catepol…..
    ripensaci…..
    Ti porto io a rrrroma……
    magari pure all’Ambra…..
    ma la sera a vedereAscanio Celestini
    :-()

    Risposta
  • 25/04/2008 in 11:10
    Permalink

    husband ma mi rimedi pure l’intervista esclusiva (alla faccia di tutti) con Ascanio?
    Dai che lo so che se ti  muovi tu i contatti giusti ce li hai…

    Risposta
  • 25/04/2008 in 20:06
    Permalink

    Da domani è chi rifiuta di partecipare che si fa notare 😉  Oramai i trucchetti del mondo di certe pr si sgamano in cinque minuti eeh 😉 – E’ bello a volte gettare dei sassolini nella blogosfera per vedere l’effetto che fa 😉 E’ proprio un grande condominio. Ehi tu, sposta la macchina 😉

    Risposta
  • 25/04/2008 in 20:09
    Permalink

    maurizio ma LOL 🙂
    non è che i trucchetti si sgamano e che il mondo (il condomino) è più vario di quanto si pensi e che le dinamiche non si danno mai per scontate anche se fino ad ora hanno sempre funzionato.

    Risposta
  • Pingback:   Da Al Gore fino all’appartenenza alla blogosfera by Mondo Informatico

  • Pingback: qualcosa di nuovo per cui lamentarsi » Seven[Dwarfs]Heaven

  • 06/05/2008 in 19:12
    Permalink

    ciao cate invadiamo il tuo superblog per partecipare alle simpatiche discussioni non saremo twitter .dico saremo perchè siamo io e tua suocera che ficchiamo il naso in mondi ancora per noi cosmici e nebulosi. ciao ciao e alla prossima invasione.

    Risposta
  • 06/05/2008 in 19:23
    Permalink

    la badrona ordina di salutare la signora suocera e collega: benvenute suocera e collega!

    Risposta

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi