C’è del marcio in blogosfera. Parliamone

"Io, per esempio, trovo che Succede@Catepol sia il più triste e sgradevole dell’emisfero boreale. Devo precisare che, al momento, non leggo alcun dell’emisfero australe." (cit. cloridrato di sviluppina)

(Senza link, trovatelo su google. Il link fa gioco per la classifica e allora non lo metto per il discorso che segue, che ho già fatto nei commenti di questo post).

Perchè dedicarmi tempo, un post ad hoc? Non ci conosciamo dopo tutto, nè abbiamo relazioni di qualche tipo in uno dei diversi che frequent. Libero di pensarla come vuoi. Ma perchè perder tempo dietro questo bruttissimo blog e dietro quello che scrive la sua autrice? Non hai di meglio da fare?

Sarà mica perchè linkare ed essere linkati dai primi 20 blog della classifica Blogbabel fa risalire posizioni nella classifica medesima? Sarà mica perchè quando si trova linkata o nominata corre subito a vedere di che si tratta, comincia a far casino, a discutere, a conversare nei commenti e porta tanta di quella gente (che si traduce in aumento delle visite sul blog, che se hai gli Adsense si traduce anche in guadagni)  sul blog dove la discussione avviene??

Visto che mi accusi di lavorare sporco con i link per risalire la classifica, e visto che conosco bene come funziona il tutto…il dubbio mi viene.

Io non lavoro per drogare risultati. Io mi diverto.

Io gioco pubblicamente con le tecniche che tutti i sedicenti guru e le blogstar utilizzano. Gioco pubblicamente e lo dico.

(foto di Semi-detached) Un post dedicato ad una questione che dici di essere rilevante? Mi dai troppa importanza…Rilevante io, piccolo moscerino in mezzo a migliaia di blog, di gente che scrive il suo blog senza far del male a nessuno…

Perchè? Ognuno è libero di leggere e seguire cosa vuole. Il web, la non è di nessuno. E ognuno è libero di utilizzare gli strumenti. Dò fastidio: defollowatemi. Punto. Rilevanti sono ben altre questioni…che andare a vedere perchè catepol ce l’ha più lungo del “Walled garden” in cui eravate abituati a misurarvelo tra di voi….

La differenza è che catepol è pubblica, quello che dice lo pensa, quello che pensa lo dice. Chi mi ha conosciuto di persona lo sa. Sono altri gli EVIL, son quelli che non si vedono, quelli che non si sospettano…

Perchè dovrei defollowarti (è illegibile lo so ma così mi piace)? Che mi hai fatto?

Sei tu che ritieni che il mio blog sia il più brutto dell’emisfero boreale, io sul tuo non ho nulla da ridire, se ti ho tra i feed vuol dire che mi va di leggerti.

Come dice Luca Conti stare in quella classifica ai primi posti non vuol dire essere tra i blog più letti ma solo (per un motivo o per un altro) tra i più linkati, quindi citati dagli altri (che poi il meccanismo dei link è quello su cui si basa la classifica di BlogBabel, che è solo una tra le tante possibilità di categorizzazione di quella fetta di blogosfera che si trova inserita dentro. I dati saranno veramente oggettivi quando ci saranno dentro tutti ma proprio tutti i blog e non solo quelli che sono stati inseriti o autosegnalati dagli autori stessi oppure quelli che hanno un feed. Le migliaia di blog che il feed non ce l’hanno infatti ora son figli di un blog minore…)

I meccanismi per drogare tale sistema di linkaggio non li ho inventati io ma fanno parte del gioco della classifica stessa e li vanno spacciando, criticando, biasimando in giro i veri sedicenti guru della blogosfera de noantri. Se volete faccio i nomi…Ma non sono tipa di denigrare nessuno. Ognuno facesse come vuole col suo blog.

Ripeto, io non lavoro sporco. Io pubblicamente gioco e mi faccio beffa di queste cose.

Anche se l’albero degli auguri può averlo fatto pensare (stavo già tra i primi 20 blog di quella classifica da un paio di mesi almeno)…cosa mi devo drogare??? Però l’albero ha fatto risalire tanta gente in quella classifica, proprio perchè, ripeto, si sa che un link ricevuto da uno dei primi blog della classifica ha più peso. Si sa. E’ scritto anche là, se leggete bene su cosa si basano l’algoritmo e i pesi assegnati…

Ad ogni modo…dire che non scrivo contenuti se ci si ferma alla prima pagina del blog (5 post max di cui in questi giorni tutti natalizi e di cazzeggio con palle e palline di natale, alberi ed alberelli, può anche andar bene come discorso…nel senso che puoi essere convincente con altri che grazie a questo post vanno a visitare il mio blog per affermare che non ci sono contenuti sul blog…)

Ma in forse 2000 post qualche contenuto c’è…altrimenti nessuno dopo un po’ tornerebbe a leggermi, a salutare, a commentare ecc. ed anche Google non mi indicizzerebbe come fonte in cui reperire informazioni su alcune cose Post lunghi ce ne stanno quanti ne vuoi, post in cui ci son solo parole, racconti, spiegazioni, dimostrazioni, teorie ecc e neanche un link… Esistono, sono qua. Discutibili ma ci sono.

Ovviamente giudicare i contenuti che scrivo è soggettivo. Ripeto (e mi rivolgo a tutti): non ti piacciono, non ti interessano…defollowami, non leggermi, non far crescere il mio contatore visite, non passare anonimo da queste parti a lurkare, non disabilitare il cookie di Mybloglog, tanto ci son altri modi per capire che sei passato, chi sei e da dove arrivi al mio blog.

Ma screditare chi neanche conosci…a che pro?

Non pensavo che mi seguissi prima del post…non capisco perchè fai un post nel cui fai capire che hai provato a seguirmi e non ti piaccio (perchè per dirlo qualcosa avrai sbirciato no?), non ritengo nè utile nè interessante sapere che mi segui o meno o che mi seguirai o non mi seguirai in futuro (stessa cosa vale per gli altri che la pensano come te…

Perchè sei libero di farlo. Ognuno è libero di far quel che vuole. E meno male. Così come son libera io di postare quello che mi va in un blog che è il mio blog, che non ha pretese nè di essere tematico e iperspecialistico, nè di essere il mio diario personale…è un blog, punto. Come migliaia di altri. Punto. Ho diritto a tenerlo come hai diritto tu. Solo perchè hai cominciato per primo non è detto che hai una qualche giurisdizione sulla blogosfera, come non ce l’ho io.

Il mio blog è un mix delle cose che faccio, che penso, che mi interessano, di cui mi occupo, che seguo ecc.insieme ad una bella fetta di cazzeggio.
Così mi piace. Punto. Non mi sono mai spacciata per guru di qualcosa…ma non nasco ieri nè sono l’ultima adolescente arrivata ad essere fra le blogger più conosciute d’Italia per aver mostrato tette e culi.

Una conoscenza delle dinamiche della comunicazione in rete, di internet, dei tool di comunicazione, della psicologia degli utenti online ecc ecc ecc…purtroppo per voi ce l’ho dal 2001… ce l’ho per aver studiato alcune cose, perchè per lavoro mi occupo di altre, perchè con i gruppi sociali (della vita reale così come delle community virtuali) ci ho a ce fare da tempo…E quindi ne parlo con grande consapevolezza (e al contempo me ne prendo gioco con altrettanta consapevolezza e ironia).

Discutere fa bene. E son qui a discutere. Denigrare per il gusto di denigrare no.

Discutiamone, se vi va.

 

catepol - Caterina Policaro

My Google Profile+

27 pensieri riguardo “C’è del marcio in blogosfera. Parliamone

  • 26/12/2007 in 19:54
    Permalink

    Tante coccole?

    Non te la prendere, pensa ai blogger che non solo vengono copiati, ma che scoprono per giunta che chi li copia è indicizzato meglio su google… (proprio un’ora fa me lo diceva un amico, il proprietario del sito Psyche e soma)

    Risposta
  • 26/12/2007 in 20:34
    Permalink

    Io non faccio Bloglabel ma la cortesia che mi hai usato senza chiedermi nulla in cambio mi ha spontaneamente spinto a linkarti. Non sei certo venuta a reclamarla la cortesia e questa è una ragione in più perchè tu mi stia naturalmente simpatica. Hai ragione quando dici che è un gioco e quando dici che ognuno è libero di fare quello che vuole nel suo space. Salutoni!!!

    Risposta
  • 26/12/2007 in 21:17
    Permalink

    Catepol, sai che dico sempre quello che penso, anche quando siamo in disaccordo.

    Ecco, in questo caso, credo che ognuno debba essere libero, nel proprio blog, di scrivere se una cosa gli piace o no (lo direi anche se avesse parlato di me, certo mi sarebbe dispiaciuto, ma alla fine, è una opinione).

    In fondo non possiamo piacere a tutti (e anzi, nemmeno lo vorrei).

    Credo che il gioco di quel post in realtà fosse l’impatto tra contenuto e titolo, e che senza titolo emerga solo una parte di quanto voleva significare.

    D’altra parte, mi sentirei di escludere che c’entri qualcosa la faccenda dei link, Livefast non ne ha bisogno proprio.

    Non so, in questo caso io non me la sarei presa: “La Persona Depressa” ha scritto mille volte che il mio blog fa schifo, mi faceva sorridere come lo diceva..

    Concluderei con una qualsiasi frase fatta tra “bene o male l’importante è che se ne parli” e “molti nemici, molto onore”, scegli tu, questa è la mia personalissima opinione.

    elena

    Risposta
  • 26/12/2007 in 21:58
    Permalink

    ma perchè te la prendi così tanto?? Fregatene della gente, sulla blogosfera ognuno dice ciò che vuole alla fine e sarebbe meglio ignorarsi spesso.

    Per quanto riguarda i tuoi contenuti, a me piaceva di più leggerti un pò di tempo fa.. ora spesso chiudo subito il blog.

    P.s. aggiusta quel /ss-post-date –> alla fine dei post 🙂

    Risposta
  • 26/12/2007 in 22:02
    Permalink

    No, “molti nemici molto onore” lo diceva il Duce, non mi sembra il caso, anche se rende bene il concetto (ma se si vuole proprio citare quella fonte, che ne dici di “meglio un giorno da leone che cent’anni da pecora”? ). Sgradevole il post di Livefast cui ti riferisci, ma ancor più sgradevole la discussione via commenti che ne è scaturita. Ha ragione Elena (a parte il Duce): forse sarebbe stato preferibile non replicare ad una serie di attacchi così gratuiti, anche perché chi ti legge abitualmente sa bene che quel giudizio è tagliato grosso, con l’accetta, e non tiene affatto conto della qualità dei tuoi interventi e dei tuoi post. Lasciali dire, che ognuno è libero di pensarla come gli pare, ma la mancanza di stile (e mi riferisco proprio a certi passaggi della discussione in coda al post di Livefast) si commenta da sola. Un abbraccio

    Risposta
  • 26/12/2007 in 22:19
    Permalink

    Ok ok rinnego la frase “molti nemici, molto onore”.

    Che appena ho letto il commento di Floria ho avuto l’istinto di correre a fare la tessera dell’ANPI per espiare la colpa 🙂

    Pardon.

    Risposta
  • 27/12/2007 in 00:02
    Permalink

    Sono d’accordo con Elena, ognuno fa quello che vuole nel blog, poi sarà il lettore a decidere se quel post gli piaccia o meno.

    E sono anche d’accordo con te. Se il blog non piace, c’è una ics in alto a destra…

    Poi, la classifica blogbabel, technorati, cazzibuffi sono inutili e noiose, in generale io le uso solo per vedere se qualcuno ti ha citato e per ringraziarlo per la citazione. Sai cosa me ne frega se un giorno sto al 4oo° posto e l’altro giorno (grazie al tuo albero) sto al 300° e rotti posto…

    Risposta
  • 27/12/2007 in 00:22
    Permalink

    Ok, ma il punto è che sviluppina ha ragione. La cosa è oggettiva, il suo blog è di gran lunga supoeriore a questo, che – da un certo punto di vista – è pure triste.

    Risposta
  • 27/12/2007 in 03:09
    Permalink

    Secondo me con questo post sei solo stata al suo gioco, fossi stata in te avrei evitato proprio di parlarne 🙂

    Risposta
  • 27/12/2007 in 09:29
    Permalink

    raga avete ragione tutti…

    ho fatot il post visto che avevo commentato in maniera così lunga là che volevo riprendermi le mie parole anche qui

    dove si può ragionare

    e discuterne insieme in maniera più ampia…

    quello che sostengo io è che ognuno ci può fare quello che vuole col blog…

    infatti io sul post di sviluppina ci ho fatto tante risate

    il primo commento è di auguri e volevo finisse là

    come con la persona depressa

    si ride si discute tra noi…

    si scherza…

    avrà i suoi buoni motivi per cui non gli piace il mio blog

    amen

    ma visto che si continuava

    bè allora io nel mio blog ci scrivo la discussione più ampia che ho intavolato…

    ma non per tirarla per le lunghe

    oggi son già pronta con la mia solita sflilza di post eh…

    Risposta
  • 27/12/2007 in 10:15
    Permalink

    a me questo blog piace, ha intefaccia umana ed energica, l’altro invece non mi piace, spocchia e presunzione. certo la blogosphere se lo chiedeva 😀 klingsor

    Risposta
  • 27/12/2007 in 10:40
    Permalink

    “Discutere fa bene. E son qui a discutere”. A chi vuoi darla a bere? tutti quei PUNTO tradiscono le tue vere intenzioni: taglieresti la testa a tutti i tuoi contestatori.

    Acido muriatico

    Risposta
  • 27/12/2007 in 10:45
    Permalink

    no non taglierei la testa a nessuno perchè non esisto solo io…esista la libertà di pensarla come si vuole….tutti me compresa…

    Risposta
  • 27/12/2007 in 10:48
    Permalink

    guarda, cate, fregatene di tutto… tu ti diverti? è questo l’importante… gli altri dicano ciò ke vogliono…ecchissenefrega!!!

    ognuno può usare il blog come vuole… nn c sono regole… posso scrivere anche un post inserendo solo la parola vaff******… e nessuno dovrebbe dire nulla…

    con tutto il mio appoggio (attenta ke peso 60kg)

    clarita

    Risposta
  • 27/12/2007 in 15:02
    Permalink

    La mia opinione è che la frase su Cloridrato di Sviluppina (che è fra i miei feed) esprime un suo punto di vista personale (e infatti dice “io trovo che …” ) e pertanto insindacabile, indiscutibile.

    Se vuoi togliere il diritto d’opinione a qualcuno non ti basterà un blog.

    Se puoi vuoi metterla sul piano delle statistiche, lui ha il doppio di lettori “aficionados” rispetto a te, e quelli si che contano, non i backlink.

    Risposta
  • 27/12/2007 in 15:27
    Permalink

    qualsiasi la metto solo sul piano di “perchè sviluppina ha deciso di perder tempo dietro a catepol se il blog è brutto?”

    Sviluppina ha diritto di dire quello che pensa come ho diritto io. Ecco perchè sto qui a discuterne.

    Sviluppina ha scritto che sono un PROBLEMA non io.

    Sviluppina non ha nessun rapporto con me in nessun social network quindi ha tutti gli strumenti per evitarmi (e dove mi trova di defollowarmi e di non aggiungermi tra i suoi friens)

    Ecco tutto

    basta ignorarmi.

    Mi frega nulla dei lettori che ho io o che ha lui.

    Lo so che blogga da tantissimo tempo prima di me.

    Risposta
  • 27/12/2007 in 19:21
    Permalink

    Sono sempre più convinto che il tuo rapporto con la rete, sia malato. delirante.

    Non parlo di quel che scrivi, ma piuttosto di come usi e vivi questo tua piccola fettina di mondo virtuale.

    Sono altresì convinto che molto probabilmente questo luogo sia per te un supporto farmacologico che permette alla tua persona di accettarsi.

    Risposta
  • 27/12/2007 in 19:24
    Permalink

    precipitandosivola…sarà tutti a fare la psicologia di catepol che neanche conoscete…

    sono una persona normalissima che usa la rete…

    tutto il resto lo desumete da cosa?

    mi son rotta un po’ le palle di questi discorsi catepol così catepol cosà…

    non guardare la pagliuzza nell’occhio dell’altro…

    potrebbe esserci una trave nel tuo e non la vedi…diceva Qualcuno

    Risposta
  • 30/12/2007 in 02:20
    Permalink

    Ma qua i matti siete voi!!! Ma come diavolo vi permettete di esprimere giudizi offensivi e di sputare sentenze??!!

    Quando (e se) Caterina sentirà il bisogno di andare dall’analista, se ne sceglierà uno competente!

    Sono allibita e francamente un pò disgustata da tanta arroganza e aggressività.

    Mariangela

    Risposta
  • 30/12/2007 in 09:02
    Permalink

    alfredo e mariangela grazie 🙂 diteglielo voi che miconoscete di persona…

    non è il momento di andare dall’analista… 😉

    Risposta
  • 19/01/2009 in 03:08
    Permalink

    mettiti l’anima in pace. sto blog fa davvero cagare.

    Risposta

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere eventuali dati personali che pensi di aver lasciato su questo blog, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi