Anche la sottoscritta nel suo piccolo s’incazza

Se a mezzogiorno concordiamo di FARE in un modo, quello che concordiamo DEVE ESSERE FATTO. Oppure si stabilisce subito che NON SI FA. Quanto concordato non può essere fatto subito per vari motivi, va bene aspettiamo. Ma la cosa è urgente, ricordiamolo.

Che senso ha avuto il balletto e i rimbalzi da una parte all’altra?

Io dico di FARE, tu dici FACCIAMO. Tu dici che la terza persona STA FACENDO, la terza persona mi dice che tu hai detto DI NON FARE. Io dico alla terza persona che tu due secondi prima hai concordato con me di FARE comunque. La terza persona mi riassicura che STA FACENDO. Tu passi a dirmi che E’ STATO FATTO quello che bisognava fare. Allora aspetto.

Poi passo io casualmente, visto che son già le 14.30 nel frattempo (quindi 2 ore e mezza dopo), passo io a chiedere e tu e la terza persona mi dite che NON E’ STATO POSSIBILE FARE, che oramai E’ TARDI PER FARE, che NON VALE LA PENA FARE, che tanto posso tappare il buco io…

Che tanto posso tappare il buco io?
Ma se sono io a decidere chi è che deve tappare il buco? Se dovevo essere io, il buco lo tappavo alle 12.00 e senza balletto. Alle 14.30 il danno è stato già fatto.
Se dico che bisogna FARE e tu concordi con me che era giusto FARE, la terza persona a palleggiare non ci doveva proprio stare…

La prossima volta…non ci sarà una prossima volta. Non avete idea di quando mi incazzo, ma visto il balletto a cui ho assistito oggi, avrò presto modo di dimostrarvelo.

(foto di jaggudada_d_don)

catepol - Caterina Policaro

My Google Profile+

15 pensieri riguardo “Anche la sottoscritta nel suo piccolo s’incazza

  • 27/11/2007 in 19:55
    Permalink

    non vedo l’ora di leggere della vendetta!!

    Rispondi
  • 27/11/2007 in 20:57
    Permalink

    Mi sembra un ottima dimostrazione che il Project Management funziona!

    Rispondi
  • 27/11/2007 in 20:59
    Permalink

    bè… oppure che il TU e la terza persona della storia sono delle teste di cazzo…scusate il francesismo

    Rispondi
  • 28/11/2007 in 12:29
    Permalink

    mi sa che è meglio che te fai una ragione. se tutte le volte che si stabilisce una cosa e non viene fatta dovessi incazzarmi, avrei l’ulcera (in realtà un modo c’è per assicurarsi che vada tutto come stabilito: mettersi lì e fare il cane da guardia. il che poi ti fa chiedere perché non hai fatto direttamente, piuttosto che far fare. ma allora ti direbbero che non sai delegare… è una vitaccia)

    Rispondi
  • 28/11/2007 in 18:03
    Permalink

    ma questa cosa ti è successa a scuola? perché, se sì, è tipica. E se ti incazzi ogni volta, poi finisce che ti ammali

    Rispondi
  • 28/11/2007 in 18:37
    Permalink

    si è successa a scuola…ma ho semplicemente deciso che cambio io regime e modo di pormi…devo fare la vice preside…allora la faccio…non è che il preside quando vuole mi può trattare da vicepreside e quando gli gira da ruota di scorta

    Rispondi

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere eventuali dati personali che pensi di aver lasciato su questo blog, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. <br>Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi