Oggi cucina catepol e husband scrive la ricetta

Pubblicato originalmente qui.

Questo blog ospita per la prima volta un post scritto non da catepol ma dal famigerato husband che si impossessa della tastiera per regalarvi quanto segue. Buona lettura.
PS che dite gli facico scrivere qualcosa ogni tanto al posto mio??

23072007(004)



Nel senso che non è che Catepol ha cucinato suo marito con un sughetto San Lorenzo, no no! Qui si avvicenda tutta la famiglia a mandarci ricette: San Lorenzo è una missione per i Catepolli!!! Non solo Catepol, ma adesso anche Michelangelo, marito della nostra panelista/blogger, si sbizzarrisce nello scrivere le ricette eseguite dalla mogliettina! (Sara M.)



Ravioli ai carciofi di John Frog con pesce spada e Sugo ai Pomodori Secchi

La settimana scorsa siamo stati un po’ inadempienti con l’appuntamento “Sughi San Lorenzo”.
Tra divagazioni marine (alcuni giorni dai suoceri e un giorno da amici) e appuntamenti gastronomici irrinunciabili abbiamo degustato soltanto 2 dei 3 sughi proposti.
Era rimasto fuori il sugo con i peperoni secchi.
Appena rientrato a casa da mia moglie scatta l’interrogativo: che mangiamo oggi?
Recuperiamo il nostro ritardo con San Lorenzo, o ci deliziamo con questo fantastico pesce spada?
Ebbene sì, avevamo una fantastica fettona superstite di pesce spada, di cui sono goloso.
Conoscendo i miei gusti, a Vibo Valentia mio suocero aveva comprato all’alba al mercato delle fantastiche fette di spada che, complice la nostra prematura partenza, siamo stati “costretti” a portare con noi a Potenza.
Allora che fare??
Per risolvere un problema del genere ci vuole arguzia, intelligenza, maestria e , come dice De Gregori, coraggio, altruismo e fantasia. In pratica ci vuole il manico. Ed io modestamente ce l’ho… mia moglie!!!

Questo è il tipo di problema che mia moglie risolve al meglio.
E per me, vi assicuro, è un bel vantaggio!!!

Dice mia moglie: –Perché non salviamo capra e cavoli e anziché dadolare un pomodoro fresco non accompagniamo lo spada con il sugo San Lorenzo?-
Non che l’idea mi affascinasse molto, ma quando mia moglie propone una cosa culinaria con questo entusiasmo o la assecondi o sei costretto a cucinare tu.
E visto il caldo (Potenza è fresca rispetto al resto, ma siamo sempre oltre 35 gradi), ho deciso di sacrificare alla causa le mie velleità culinarie alla possibilità di non avvicinarmi ai fornelli, e me la sono cavata con un –Va bene amore, ma un pochino lo assaggiamo su una fettina di pane

Allora comincia il rito San Lorenzo:
Pulizia del vasetto
Osservazione del vasetto
Apertura del Tappo
Analisi Olfattiva
Assaggio a Freddo

Letto (ebbene si, appena Catepol comincia la fase fornelli, io la accompagno con un breve ritiro ascetico sul talamo nuziale)
Assaggio a Caldo
Magnata

Ovviamente ogni fase è accompagnata dalla compilazione del form sul piccolo macCATEbook che, a casa mia, puoi trovare ovunque.

Ah dimenticavo la ricetta!

INGREDIENTI:
1 bella fetta di pesce spada (preferibilmente non surgelata)
1 confezione di Sugo San Lorenzo ai pomodori secchi
1 confezione di Ravioli ai carciofi di un tale John Frog (per deontologia, almeno in questo sito, non posso fare pubblicità a marchi concorrenti a San Lorenzo)
1 spicchio d’aglio
1 po’ d’olio d’oliva
1 bella moglie/compagna che faccia il lavoro sporco
Eventuali ingredienti segreti (NB chiedere a mia moglie)

PROCEDIMENTO:
1. Osservate vostra moglie/compagna preparare uno spicchio d’aglio e rosolarlo in padella.
2. Nel frattempo ricordatele di mettere l’acqua a bollire.
3. Disquisite con attenzione e competenza su forme e dimensioni con cui vostra moglie deve confrontarsi nella preparazione dei pezzetti di pesce spada
4. Assicuratevi che vostra moglie abbia scottato correttamente lo spada dadolato e versato il meraviglioso Sugo San Lorenzo
5. Appena possibile ricordate a vostra moglie di seguire la cottura della pasta
6. Applaudire alla scolatura della pasta e al tuffo della stessa nel sugo
7. Osservate il salto in padella
8. Accomodatevi a tavola e cominciate a giudicare con attenzione il piatto: aromi, profumi, sapidità, retrogusto, rotondità delle sensazioni, emozioni, ricordi, sogni…

AH quasi dimenticavo: quando possibile accompagnate la preparazione del piatto con continue e abbondanti “scarpette” (assaggi con pane)

E adesso: finalmente Buon Appetito (a me si… a mia moglie… pure)

Mic (catepol’s husband)

23072007

catepol - Caterina Policaro

My Google Profile+

8 pensieri riguardo “Oggi cucina catepol e husband scrive la ricetta

  • 23/07/2007 in 18:52
    Permalink

    Bravo a cucinare! Sa anche stirare?

    🙂

    Risposta
  • 23/07/2007 in 19:18
    Permalink

    Mitico!!! Mic! Una descrizione soppraffina della ricetta… un esecuzione quasi perfetta 😀 Quasi quasi mi è venuta fame!

    E naturalmente complimenti a Catepol per la parte pratica 😀 😀 LOL

    Risposta
  • 23/07/2007 in 18:54
    Permalink

    ma LOL eh…

    il soggetto è Soggetto. Ho detto tutto LOL…vabbè per stare con me doveva essere Soggetto come son Soggetta io…

    Risposta
  • 23/07/2007 in 19:48
    Permalink

    Fantastico.

    (Nella memefoto della catepolcucina gradirei anche il Soggetto ;-*)

    Risposta
  • 24/07/2007 in 00:08
    Permalink

    E’ solo grazie alle ricette di tuo marito che scali le classifiche dei blog!!!!

    Questo non lo dici nei post 2.0, eh?

    Risposta

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere eventuali dati personali che pensi di aver lasciato su questo blog, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi