Settimana di fuoco, si va verso Natale

Si è conclusa ieri sera la settimana lavorativa da urlo nella quale ho incastrato 6 giornate di lezione al Master Multimedia Management (3 ore d’aula classe del mattino, e 2 al pomeriggio o viceversa) e la supplenza al convitto con orari pomeridiani e/o notturni. Studenti master abbastanza soddisfatti dei contenuti dei miei interventi sugli aspetti educativi del multimedia. Si è parlato di e-learning, Computer Mediated Communication, FAD, , forum, chat, messenger, piattaforme , Moodle, CMS, LCMS, LMS & co., e chi più ne ha  più ne metta…li ho fatti anche giocare con Moodle in vesti di amministratori del sistema..dopo tanta teoria era meglio che ci mettessero mano per capire esattamente le grandi cose che possono fare con una piattaforma e-learning…Saluti e abbracci con promessa di invito ad eventuali cene sociali.

Con soddifazione stamattina mi sono dedicata ore di di internet/posta/blog in pigiama. Quando il marito non c’è…

Ora mi reclamano di là…stoviglie e ammenicoli vari. Finalmente ritirati dal negozio della lista nozze (non temete ne mancano ancora ma sono di prossima consegna). Attendono una collocazione, così come i gadget natalizi acquistati in questi giorni. Che non mi si dica: "Ma in questa casa non avete niente di Natale?".

Qui si vede la coppia e il matrimonio: dall’acquisto ed esposizione di presepi, palline & co. Il primo presepe, il primo albero…Il rito  aspettato degli scatoloni di natale che mamma tira fuori magicamente il coinvolgimento di tutto il resto della famiglia, non si ripete…Ora tocca a te…arrotola le maniche della camicia e lavora…

Al momento in nostro possesso: natività (Thun, scusate la pubblicità ma è per dovere di cronaca) regalo di mia cognata, una spettacolare alce di terracotta che sta in piedi col cappottino, un babbonatale pancione in ceramica con possibilità di inserirvici da dietro una candela lumino in modo che possa fare effetto luce (è il preferito di mio marito…per via del foro sul didietro e del pancione…lo chiama babbonatale scorreggione…), un’alce in slitta, alcuni pendenti da albero (stelle e angioletto) realizzati con scorza d’arancia presi all’Equo&Solidale, altri pupazzetti in stoffa per l’albero molto simpatici, alcuni pupazzetti mini-cuscini sempre da appendere, eventualmente regalare, un babbo natale in pezza morbidoso con le gambe lunge che ho già seduto sul baule della nonna ornato di tovaglietta natalizia rosso e oro…

Manca albero e presepe. Per l’albero l’ingegnere ha avuto una idea: ralizzarne uno stilizzato con filo verde (tipo da giardino per capirci), attorno al caminetto. Il progetto è nella sua mente, il filo metallico/plastificato è stato acquistato…intanto sta arrivando Natale…Il presepio va acquistato a breve. Già ho adocchiato alberelli vari che sostituiranno degnamente…qualora il progetto dell’ingegnere non andasse a buon fine. Quando si dice una moglie previdente…ma conosco il mio pollo…pardon il mio ingegnere…

catepol - Caterina Policaro

My Google Profile+

5 pensieri riguardo “Settimana di fuoco, si va verso Natale

  • 13/12/2005 in 15:32
    Permalink

    impegnamoci per cambiarlo…;-)

    Io prometto che dopo natale ne avrò uno nuovo!!

    Risposta
  • 13/12/2005 in 22:41
    Permalink

    Proprio pochi giorni fa discutevamo con la mia ragazza sul fatto che questo sia il nostro ultimo Natale da single… ci sposeremo giugno prossimo ed ormai per ogni “evento” parte spontaneo dall’una o dall’altra parte “ma ti rendi conto che questo è l’ultimo ferragosto da single, l’ultima Pasqua, l’ultima quattordicesima di campionato…..”. A chi ci ascolta appare un po’ sinistro, tipo condannati… ma a noi piace ogni volta pensare a noi due insieme l’anno prossimo… pensavamo che forse sarebbe bene acquistare alla fine di questo Natale l’albero sintetico per comprarlo con gli sconti… ma poi pensiamo a quanti spazi vuoti avrà casa nostra prima di riuscire a riempirla con cose più utili (tipo divani, poltrone, lampadari, televisori… cosucce così, insomma!) e desistiamo.

    Per quanto riguarda il vostro albero di Natale: avete considerato quello “al contrario”? (vedi: http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/11_Novembre/14/albero.shtml)…. certo che gli americani ne hanno di ingegneri, eh! Dillo a tuo marito! 😛

    Ciao!

    Mario

    Risposta
  • 13/12/2005 in 23:38
    Permalink

    non compratelo quest’anno…vi togliete la gioia del primo acquisto da sposati…qualunque esso sia…dopo il matrimonio è più bello fare le cose insieme

    🙂

    l’albero al contrario non mi piace proprio…attendo quello che ha in mente il mio ingegnere…con tanta tanta pazienza

    Risposta

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere eventuali dati personali che pensi di aver lasciato su questo blog, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Informativa Estesa: Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi